Usare o meno un antivirus? una discussione interessante

Abbiamo tradotto un’interessante discussione tra membri esperti di un importante forum in lingua inglese, sulla sicurezza su OS X e sulla necessità o meno di installare software per proteggersi.
Non perderti la nostra comparativa tra i prodotti per la sicurezza Mac più performanti che trovi qui.

Utente A: Non usare nessun software antivirus è ancora la migliore pratica per un utente esperto di Mac?

Non ho trovato nulla che suggerisca che dovrei cambiare le mi e migliori pratiche di non utilizzo di antivirus, ma non ne sono più sicuro, perciò chiedo questa è ancora la migliore pratica?

Utente B: È mia opinione che non usare “nessun antivirus” sia ancora la migliore pratica, anche se ha senso usarlo per filtrare le email con virus e phishing.
Secondo me molti antivirus hanno troppi falsi positivi, che tendono poi a farti ignorare eventuali allarmi potenzialmente legittimi! Il discorso però cambia tra noi che siamo fanatici del computer che sanno sempre cosa fare, e tutti gli altri utenti… La maggior parte delle persone non è così stupida quano usa il Mac, ma potrebbero non sapere i dettagli di come funzionano i loro computer, mettendosi inconsapevolmente a rischio.

Utente C: “La maggior parte delle persone non è così stupida”…
Questo semplicemente non è vero, ed è smentito dai fatti, altrimenti come farebbero virus e malware a diffondersi così facilmente? e come farebbero a mietere tante vittime le campagne di phishing, e inoltre conosco molte persone intelligenti che sono state fregate, basta un attimo di disattenzione… anche le persone “intelligenti” possono essere colte alla sprovvista.
L’antivirus è un tipo di software davvero difficile da creare, ma gli utenti normali hanno bisogno di tutto l’aiuto che possono ottenere!

Utente D: Sono d’accordo con quello che stai dicendo, ma vale la pena notare che il tipo di attacchi di cui parli non sempre può essere fermato dagli antivirus. Invece, vengono limitati da un addestramento di sicurezza quasi costante, in modo da far sì che le persone riconoscano il phishing.

Utente B: Sì questo è esattamente il mio punto. Le persone non sono così stupide come noi utenti esperti pensiamo, perché tu ed io siamo altrettanto stupidi, pensiamo solo che siamo migliori di loro perché capiamo alcune cose in più. Inoltre, il punto sulle campagne di malware e phishing di successo è che se sei incline a credere che qualcosa sia legittimo, devi basarti sul suo antivirus o filtro email. Penso che “stupido” sia la parola sbagliata per questo contesto, semplicemente manca la consapevolezza di essere costantemente bombardati da virus e mail farlocche.

Utente E: La maggior parte delle persone, incluso il sottoscritto, sono sempre a rischio, anche quando si fanno cose innocue come controllare la posta elettronica, accedere a siti Web o visitare un sito con contenuti dannosi nascosti.

Utente F: Io aiuto regolarmente persone tra cui i miei genitori che sono ingannati da annunci falsi, e pulsanti di download da cui è difficile difendersi… Ma questa è una delle strade principali con cui le persone installano malware sul proprio computer.

Utente G: Questo è un tema molto comune: che gli utenti normali sono “stupidi” rispetto ai tecnici. Chiedi a un tecnico dell’help desk o a un addetto al supporto desktop o a chiunque si occupi degli utenti finali. È probabile che diranno che gli utenti finali sono stupidi. Però è vero che le persone installano inavvertitamente malware tutto il tempo. Hodovuto ripulire tutta quella spazzatura in centinaia di occasioni. L’installazione di antivirus non salva necessariamente la situazione! perchè un utente sufficientemente motivato (o qualcuno abbastanza intelligente da essere pericoloso) individuerà un modo per disabilitarlo!

Utente H: In un ambiente aziendale utilizziamo OSQuery su tutte le nostre macchine (macOS) per aiutare nel rilevamento di malware e virus. Utilizziamo le regole della community e curiamo anche una serie di regole interne dal malware che abbiamo scoperto sulla nostra flotta. Quindi aggregiamo queste informazioni e allertiamo i nostri colleghi con le novità in fatto di sicurezza.

Alcuni consigli tecnici:

Il miglior Antivirus per Mac

  • Codice di lavoro in github
  • Foto in HDD non in linea
  • I documenti nei server cloud e quelli importanti stampati.

In questo modo non mi interessa davvero se ottengo un virus, o se il Mac viene rubato, o distrutto da un incendio o da un arresto dell’hard disk, ecc.

Utente I: > In questo modo non mi interessa davvero se ottengo un virus o mi viene rubato …
Se vieni infettato da un keylogger o da uno strumento backdoor, ti interesserà. Non importa quanto sia criptato il tuo disco fisso. Inoltre se hai un virus che non si è ancora “mostrato”, allora potrebbe infettare o altrimenti corrompere il backup degli HDD, giusto?

Utente L: Io uso Bitdefender almeno è abbastanza leggero su mac, Sophos è gratuito e non è male se ne hai bisogno. Inoltre utilizzo: – https://objective-see.com/products/knockknock.html e Little Snitch – https://www.obdev.at/products/littlesnitch/index.html.

Utente M: L’anti-virus è reattivo e tende a proteggere contro quasi tutte le minacce, il tutto mentre introduce un costo reale per tutto ciò che fai su quella macchina. Personalmente farò un po ‘di allenamento sulla sicurezza!

Utente N: Non eseguo antivirus tradizionali, ma eseguo:
https://objective-see.com/products/blockblock.html (gratuito) che rileva quando il software tenta di installarsi per essere eseguito all’avvio e consente di bloccare la registrazione.

https://adguard.com/en/welcome.html (a pagamento) Adblocker di alta qualità per safari.

Utente O: I Mac sono eccellenti per rendere difficile l’esecuzione e l’installazione di cose, casualmente o in altro modo. Se qualcuno non può ascoltare semplici istruzioni per non “aggiornare Flash” o non installare un “plug-in PDF”, l’anti-virus non le fermerà. In casi come questi, è meglio concentrarsi sul problema, non sul sintomo.
Non ci sono molti virus sui Mac (ancora), ma ci sono tonnellate di Trojan. È una grande e importante differenza, ma ovviamente non possiamo contare su media sensazionalistici per preoccuparci della differenza. Le persone più esperte qui però, dovrebbero conoscera…

Indipendentemente dal fatto che tu usi o meno un antivirus, usa un adblocker. Mantenere vive le strategie di monetizzazione non è compito tuo, mantenendo i tuoi dati al sicuro.

Utente P: Normalmente, direi di no agli antivirus, ma recentemente ho pensato un po’ diversamente alla questione. È necessario almeno un buon blocco degli annunci, e anche con questo alcune cose stanno passando. Se il livello di esperienza tecnica generale dell’utente è da basso a medio, prenderei seriamente in considerazione un antivitus.

Utente R: Non penso che qui sia particolarmente utilizzato, ma secondo me l’uso di software antivirus è una questione di cura del proprio Mac, anche se il sistema che si esegue non è soggetto ad essere infetto da virus.
Ad esempio, occasionalmente ricevo documenti Office o archivi ZIP dai clienti. Se questi dovessero contenere virus questi probabilmente non influenzeranno il mio Mac ma potrò informare il mio cliente su questo, aiutarlo a risolvere i suoi problemi di sicurezza e impedire che i virus si diffondano ulteriormente.

Utente S: si ha bisogno di AV sui tuoi Mac aziendali. Niente scuse.
Per quelli in “la mia impresa non ha bisogno di AV, perché AV è stupido”
Ecco nell’ultima settimana il report dell’antivirus aziendale:

  • Bloccati 15 cryptominers
  • Bloccati 3 allegati ransomware basati su email
  • Bloccate 6 email di phishing
  • Installazioni bloccate 3 per software non voluti (PUA)
  • Trovate 4 altre infezioni di tipo adware sugli host

Senza di esso, queste cose avrebbero colpito l’organizzazione, hai bisogno degli antivirus, sono necessari, ma non sufficienti.

Utente P: Sono consapevole della ricerca fatta sgli antivirus, è molto importante, e le loro scoperte sono state usate per migliorare i loro prodotti.
Tutte le cose che hai citato possono essere fermate usando metodi molto meno intrusivi di un antivirus sempre attivo, sempre in scansione. La solita scusa data per richiedere un antivirus è la conformità PCI. Il tasso di rilevamento AV non è molto buono.

Utente T: Io uso BitDefender, che ha anche varie caratteristiche di privacy web e una VPN.Tuttavia interagisce fastidiosamente con RStudio nonostante gli sia stato ripetutamente detto di fidarsi di esso.

Utente U: All’INRIA (un istituto francese di ricerca in informatica), l’Antivirus è diventato obbligatorio sui Mac l’anno scorso.Un mio collega è stato recentemente colpito da un cripto-minatore sul proprio Mac. Non so se avessero un AV e, in ta l caso, se l’AV avrebbe catturato il minatore. Questo è stato rilevato dal reparto IT monitorando il traffico sospetto.

Consiglierei l’uso della navigazione sicura di Google o qualcosa di simile per il phishing. E anche il blocco di Javascript o di Javascript di terze parti di default durante la navigazione.

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *