Spotify Mac [guida] come scaricarlo e usarlo al meglio anche sul browser

Chi possiede un Mac può utilizzare l’app integrata Apple Music per ascoltare i suoi brani preferiti, ma se preferite Spotify per la vostra musica, è possibile utilizzarlo sul MacBook scaricando l’applicazione desktop o utilizzando il lettore web di Spotify nel browser.

Il modo migliore per ascoltare la musica è usare Spotify sul Mac, se vuoi gli elenchi di brani più aggiornati, con le vostre playlist facilmente accessibili da qualsiasi luogo e da qualsiasi dispositivo, Spotify per Mac consente di sincronizzare il proprio account con Apple Music in modo da poterlo ascoltare anche offline o quando non si è connessi a Internet.

Vediamo come installare Spotify su un MacBook in modo da poter ascoltare i brani e le playlist che ti piacciono mentre lavori o giochi.

Installare l’applicazione di Spotify Mac

Se hai cercato Spotify sul Mac App Store, probabilmente hai visto applicazioni di terze parti che funzionano con l’app musicale ma non con Spotify stesso. Attualmente, è necessario visitare il sito web di Spotify e scaricare l’app da lì.

Vai sulla pagina di Spotify per Mac e clicca su Download, poi accedi alla cartella Download tramite il browser web in uso o il Finder e apri il file ZIP del programma di installazione di Spotify.
Quando il file viene decompresso, apri il file Install Spotify.

Si aprirà un piccolo riquadro che informa che l’applicazione è stata scaricata da Internet e chiede di confermare l’apertura. Seleziona Apri.

Verrà quindi visualizzata la barra di avanzamento durante il download e l’installazione dell’applicazione.
Al termine, Spotify dovrebbe aprirsi automaticamente, poi seleziona Accedi.

Utilizza una delle opzioni per accedere al tuo account Spotify, o crea un nuovo account con Facebook, Google o con l’Apple id.

A questo punto sei pronto per iniziare ad ascoltare i tuoi brani preferiti o a condividere una delle vostre playlist utilizzando l’app desktop di Spotify.
Riapri l’app in qualsiasi momento dalla cartella Applicazioni usando Vai > Applicazioni dal Finder.

Come utilizzare il lettore web di Spotify

Se non vuoi scaricare la versione desktop di Spotify sul MacBook, puoi sempre ascoltare la musica nel browser web.

Visita il lettore web di Spotify e seleziona Accedi.

Utilizza una delle opzioni per accedere, ad esempio l’indirizzo e-mail, Facebook, Apple o Google, ora
è possibile usare il lettore web per accedere alla libreria musicale o sfogliare la home page per trovare qualcosa di nuovo.
Che Spotify sia la vostra applicazione musicale preferita o che vogliate creare una nuova playlist, utilizzare il servizio sul vostro Mac è facile.

Come sincronizzare i file se ci sono problemi

Una delle caratteristiche più vantaggiose di Spotify è la capacità dell’App di riprodurre qualsiasi file audio memorizzato sul dispositivo. Tuttavia, come riportato dagli utenti, a volte questa funzione del software non sembra funzionare benissimo.

Può essere fastidioso, soprattutto se questa funzione era una delle principali attrattive dell’applicazione. L’impossibilità di sincronizzare i file locali su Spotify può lasciare una sensazione opprimente di esclusione o mettere in dubbio la validità di Spotify Premium.

Vediamo come risolvere questo problema. Ma prima di passare a queste soluzioni, verifichiamo di avere i settaggi giusti!

Ci sono alcuni prerequisiti da considerare prima di poter riprodurre file locali su Spotify, la mancanza di anche uno solo di questi requisiti impedisce di accedere alla funzione di sincronizzazione dei file locali di Spotify.

App desktop: l’unico modo per aggiungere file locali a Spotify è l’applicazione Desktop (sia per Windows che per Mac). Questo non significa che i file locali non vengano riprodotti su Spotify mobile, ma semplicemente che è necessario accedere all’app Desktop per aggiungere i file al proprio account.
Abbonamento: Questa funzione è disponibile solo per gli utenti di Spotify Premium. Se non si è passati a Premium, non c’è modo di riprodurre i file locali.
Formato dei file: Spotify supporta solo questi formati: .mp3, .mp4 (se QuickTime è installato sul computer), m4p (a meno che non contengano video) e .m4a (tranne quando sono in FLAC o altri formati lossless). Se il file non è in uno di questi formati, è necessario convertirlo.

Come sincronizzare i file locali su telefoni Android

Per riprodurre i file locali su Android, è necessario innanzitutto inserirli in una playlist sull’app Desktop, eccocome fare:

  • Apri l’app Spotify sul desktop e fate clic sulla freccia verso il basso accanto al vostro nome nell’angolo in alto a destra.
  • Si apre il menu a tendina
  • Seleziona l’opzione “Impostazioni”.
  • Vai alle impostazioni di Spotify sul desktop
  • Scorri fino alla sezione “File locali” e attivate il pulsante “Mostra file locali”.
  • Nella sezione “File locali” dovrebbe essere presente un pulsante con la dicitura “AGGIUNGI UNA FONTE”. Fate clic su questo pulsante. Se si utilizza l’applicazione per Windows, si aprirà una finestra di Esplora file. Se si utilizza un Mac, si aprirà una finestra del Finder.

Trovate la cartella che contiene i file audio che volete riprodurre e selezionatela. Spotify caricherà i file locali.
Per aggiungerli a una playlist, è necessario selezionare la scheda “La tua libreria” dalla barra laterale a sinistra e seleziona il pannello “File locali” a destra.

Seleziona i tre punti a destra del brano che si desidera riprodurre e aggiungerlo alla playlist appropriata. In alternativa, è possibile creare una nuova playlist per i file locali.
Avviate l’applicazione Spotify sul vostro dispositivo Android e selezionate la scheda “Libreria” nella parte inferiore dello schermo.

A questo punto si dovrebbe avere accesso alla playlist che contiene i file locali. Scorrete la playlist fino a trovarla.

Come sincronizzare i file locali su iPhone/iPad

Per l’iPhone, c’è un’impostazione aggiuntiva che deve essere attivata prima di poter riprodurre i file locali, ma dovrai seguire i passaggi della sezione precedente per creare una playlist di file locali. Procedi quindi con i seguenti passi:

  • Apri l’applicazione Spotify e trova la playlist in cui sono stati aggiunti i brani dai file locali del desktop.
  • Fai clic sul pulsante con la freccia rivolta verso il basso per scaricare la playlist contenente i file locali sul vostro Iphone/Ipad.

Se i file locali di Spotify non vengono visualizzati sul tuo iPhone, dovete andare in Impostazioni e scorrere fino alla scheda Riproduzione. Assicurarsi che l’opzione “Nascondi brani non disponibili” sia disattivata. Ora dovresti essere in grado di vedere i file locali durante la sincronizzazione.

Controllare la connessione di rete e gli account Spotify

Il passo successivo nel processo di risoluzione dei problemi è assicurarsi che entrambi i dispositivi siano connessi alla stessa rete WiFi e allo stesso account Spotify.

Per accedere ai file locali sul dispositivo mobile, è necessario aver effettuato l’accesso allo stesso account Spotify sia sul PC che sul telefono o tablet. Questo perché i file vengono sincronizzati solo con l’account a cui si è acceduto sul PC quando li si è aggiunti a Spotify.

Lo stesso vale per la connessione WiFi: entrambi i dispositivi devono essere sulla stessa rete, questo perché i dispositivi devono condividere una connessione per trasferire i file.

Prova a usare l’hotspot mobile
Se hai difficoltà a scaricare i file dal desktop all’applicazione mobile, potete provare a collegare il vostro telefono all’hotspot mobile del vostro PC. In questo modo si garantisce che i dispositivi siano connessi alla stessa rete e si risolve il problema.

Controlla che l’app sia aggiornata
Spotify fa parte di una categoria di software piuttosto competitiva, e viene costantemente aggiornato e migliorato per tenere il passo con altri servizi di streaming. Un’applicazione non aggiornata, sia sul PC che sul cellulare, può causare problemi non solo nella sincronizzazione dei file, ma anche in altri aspetti dell’applicazione.

Questo perché possono esserci file di cache obsoleti che interferiscono con la sincronizzazione o bug non risolti negli aggiornamenti recenti che potrebbero impedire il download dei file.

Il modo più semplice per assicurarsi che tutte le applicazioni siano pulite e aggiornate è disinstallare completamente l’applicazione e poi reinstallarla. In questo modo si assicura che sia installata la versione più recente e si eliminano i vecchi file di cache che potrebbero rallentare l’applicazione.

Puoi verificare la presenza di aggiornamenti sui vostri dispositivi procedendo come segue:

Per iPhone: Aprite l’app store e trovate la scheda “Aggiornamenti” in basso a destra. Se Spotify è presente nell’elenco, toccare AGGIORNAMENTO. Se non c’è, l’app è già aggiornata.
Per Android: Cercate Spotify nel Google Play Store. Se è disponibile un aggiornamento, nella pagina dell’app sarà presente un’opzione di aggiornamento. Se non compare alcuna opzione, l’app è aggiornata.

Conclusioni

Con oltre 82 milioni di brani nel suo catalogo di streaming, Spotify è senza dubbio uno dei servizi di streaming musicale più ricercati. Eppure, ci sono ancora migliaia di brani che non troverete sulla piattaforma.

Con i pratici consigli condivisi in questo articolo, però, speriamo che ora possiate ascoltare qualsiasi file audio su Spotify su tutti i vostri dispositivi!

Conosci CleanMyMac? scopri la migliore soluzione per tenere in ordine il Mac!
scarica la versione free

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto