Backup Mac: guida al salvataggio dei dati con Time machine

È importante eseguire regolarmente il backup del Mac per proteggere tutti i dati personali, perchè in caso contrario, potreste perdere tutte le foto di famiglia, i documenti di lavoro e altri file importanti se il disco rigido si dovesse guastare o il computer si blocca.

Questo perchè i dischi rigidi anche se molto affidabili, possono rompersi, alcuni settori possono danneggiarsi e naturalmente i computer possono essere rubati.
Perdere dati personali come foto, video e documenti che difficilmente potranno essere recuperati è un dramma, ma perdere dati di lavoro può essere un danno economico anche molto grave.
Tentare di recuperare i dati da un hard disk guasto è un’operazione che può facilmente costare diverse centinaia di euro (e non sempre è possibile!) quindi meglio essere previdenti ed effettuare regolarmente i salvataggi.
Fortunatamente, tutti i computer Mac di oggi consentono di eseguire facilmente il backup dei file su un’unità separata e di ripristinarli in caso di guasti al computer. Ecco come eseguire il backup del Mac con Time Machine.

Il più grande sforzo necessario sarà l’acquisto dell’hard disk e il suo collegamento.

Di cosa esegue il backup Time Machine?

Time Machine esegue il backup di tutti i file del computer, comprese le applicazioni, la musica, i documenti, le foto, le e-mail e i file di sistema. Se abilitato, esegue automaticamente il backup dei file sul Mac ogni ora, ogni giorno o ogni settimana.

Time Machine controlla il computer alla ricerca di file nuovi, modificati ed eliminati ogni ora per eseguire nuovi backup del Mac. L’applicazione conserva un backup giornaliero per l’ultimo mese. Conserva anche backup settimanali finché il dispositivo di archiviazione ha ancora spazio. Quando il dispositivo di archiviazione esaurisce lo spazio, i backup più vecchi vengono eliminati.

Ma la maggior parte delle persone non esegue regolarmente il backup dei propri dati.
Mentre alcuni potrebbero non riuscire a farlo perché credono che sia un processo complicato, molti utenti Mac semplicemente hanno solo una vaga idea di ciò che bisogna fare per eseguire il backup.

Nota: per utilizzare questa applicazione, è necessario un disco rigido esterno formattato per macOS. Se volete saperne di più su come formattare il disco rigido per i computer Mac, consultate la nostra guida passo-passo qui.

Visto che viene fornito insieme con OS X, Time Machine è la soluzione più semplice e più conveniente disponibile ma non certo l’unica, e potrà fare automaticamente backup ad orari e giorni prestabiliti, senza alcun intervento da parte vostra, vediamo come procedere passo passo.

Come eseguire il backup sul Mac con Time Machine

  • Collega un disco rigido esterno al Mac o una chiavetta USB abbastanza grande.
  • Fai clic sull’icona Apple nella barra dei menu nell’angolo in alto a sinistra dello schermo.
  • Quindi seleziona Preferenze di sistema.
  • Clicchiamo infine sull’icona di Time Machine
  • Scegliamo quindi scegli il disco di backup
  • Nella schermata successiva scegliamo il disco dall’elenco, e premiamo in basso a destra Usa disco.
  • Seleziona la casella Esegui backup automaticamente se volete che siamo fatto tutto in automatico senza dover fare tutte le volte il backup manuale.
    Il backup del Mac dovrebbe iniziare immediatamente.

Se il Mac non avvia immediatamente il backup, è possibile avviare il processo manualmente, per farlo, fai clic sulla casella accanto a Mostra Time Machine nella barra dei menu. Quindi fai clic sull’icona di Time Machine nella barra dei menu e seleziona Esegui backup ora.

Se non vuoi eseguire il backup di ogni singolo file o non hai abbastanza spazio sull’unità esterna, è possibile scegliere di eseguire il backup di file selezionati. Ecco come fare.

Come eseguire il backup di file selezionati in Time Machine

  • Fai clic sull’icona Apple nell’angolo in alto a sinistra dello schermo.
  • Seleziona Preferenze di sistema.
  • Fai clic su Time Machine.
  • Quindi fai clic su Opzioni nell’angolo in basso a destra della finestra.

Nella schermata successiva premi il tasto + in basso a sinistra, quindi scegli i file o le cartelle che vuoi escludere dal backup. È possibile selezionare applicazioni, file e cartelle da escludere.
È possibile selezionare più elementi contemporaneamente tenendo premuto il tasto Comando sulla tastiera.

Consiglio: Escludendo i file di sistema dal backup si può risparmiare un sacco di spazio.

Quando hai finito fai clic su Escludi.

Infine clicca sul pulsante salva e sarai a posto!

Come ripristinare i file da un backup di Time Machine

Seleziona Preferenze di Sistema dal menu Apple, e scegli l’icona Time Machine, poi seleziona la casella Mostra Time Machine accanto alla barra dei menu.
Fai clic su Enter Time Machine dopo aver fatto clic sull’icona Time Machine nella barra dei menu.

Trova il file o la cartella in questione e fai clic su Ripristina. Veloce vero? Ora sei pronto! Time Machine copierà quel file nella sua posizione originale sul tuo disco rigido; ideale per rimediare a cancellazioni sbagliate o modifiche errate.

Consigli su come effettuare il backup

1) Di che cosa si dovrebbe eseguire il backup?

Forse il modo migliore per determinare quali dati selezionare per il backup è quello di immaginare come ci si possa sentire  dopo aver persi! I dati personali sono insostituibili.  Questo è il primo ampio filtro che si dovrebbe impiegare, quali dati come foto, video, scritti e documenti occupano un posto speciale nel vostro cuore e non possono essere ricreati perchè esiste solo la copia digitale sul vostro hard disk?
Il backup di questi media è la prima cosa che si dovrebbe fare.

2) Conoscere le opzioni di backup

I giorni degli inaffidabili floppy disk se ne sono per fortuna passati, e ora abbiamo tanti gigabyte per eseguire il backup e non dovremmo avere problemi di spazio.  Possiamo usare anche i DVD o i Blu-ray per effettuarlo, ma è consigliabile usare un hard disk esterno perchè decisamente più capiente e facilmente riscrivibile.

Collegare un secondo hard disk al vostro Mac è il modo più comune di utilizzare Time Machine o altre utility di backup. Basta collegare un cavo FireWire o USB (o anche aggiungere una seconda unità interna se il Mac lo permette).

Benché Time Machine non consenta di scegliere gli elementi specifici per il backup, consente di escludere alcuni elementi se i file sono troppi. Così ad esempio, si potrebbe risparmiare un po’ di spazio, chiedendogli di escludere la cartella di sistema a livello principale del disco di avvio. Quando si esegue Time Machine, vi offre la possibilità di escludere inoltre tutte le applicazioni di sistema e gli strumenti UNIX. Questo può essere il modo più semplice per eseguire il backup dei dati in quanto richiede il minimo sforzo sia economico che di gestione.

3) Il backup online

Il backup online ad esempio in Cloud, è un modo per proteggere i dati da possibili disastri fisici. Utilizzando una soluzione di backup online come iDisk di MobileMe, Dropbox, o uno dei tanti servizi di backup online commerciali è possibile caricare i dati più preziosi sul sistema cloud remoto

4) Come fare un piano di backup in dettaglio

Partire con in mente un’idea precisa del backup da effettuare renderà il processo più semplice e veloce, senza il rischio di dimenticare dati preziosi. Si possono anche avere esigenze differenti per differenti tipologie di dati; sarà, per esempio possibile fare più copie di backup dei dati personali e insostituibili e conservare una copia di backup a rotazione per gli altri dati. Ora che avete determinato quali fra i dati sono i più preziosi per voi e capito le opzioni per eseguire il backup  consideriamo le operazioni da eseguire.

Per i vostri dati più preziosi è necessario disporre di un piano di backup ridondante.
Questo inizia con almeno una unità di backup locale in esecuzione e una seconda unità di backup esterna o interna su cui verranno memorizzati i dati.
Potete inoltre aggiungere un servizio di archiviazione online, e se vi bastano un paio di gigabyte di storage, Dropbox è una scelta eccellente.
Se necessitate fino a 20Gb scegliete iDisk, ma è una scelta che si può fare se avete una fibra ottica con un upload veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto