Tag Archive for Software

Office per Mac

Microsoft Office per Mac è stato aggiornato nel 2016 dalla prima release di Office 2011. Quasi tutto è migliorato, con un’interfaccia luminosa e spaziosa, tutte le funzionalità essenziali della suite funzionano come sempre, opzioni e sono state aggiunte molte novità interessanti.

Antivirus Mac comparativa

Compra Office 2016 superscontato su Amazon

Office 2016 for Mac è sicuramente più potente di Office per iPad, e ha molte più funzionalità rispetto alla versione Windows NT di Office, Office Online o delle nuove applicazioni di Office presentiche su Windows 10.

La buona notizia è che quando nuove funzionalità aggiunte a Office, vengono visualizzate sia sui  Mac che su Windows, e gli aggiornamenti mensili completano costantemente le funzioni mancanti già presenti nella versione di Office di Windows. Alcuni sono importanti miglioramenti: passare tutte le applicazioni di Office a 64 bit ha sicuramente migliorato le prestazioni complessive.

Le famose scorciatoie di Windows che si sono presenti in Excel inizialmente ora funzionano anche in Word, PowerPoint, Outlook e OneNote, che aiuta chi usa regolarmente sia PC che Mac. Molti dei collegamenti ai tasti funzione sono stati gli stessi in Word e in Excel su Mac, quindi i cicli Shift-F3 selezionavano il testo attraverso maiuscole e minuscole in Word sia su Windows che macOS e F5 apre la finestra di dialogo Vai a in Excel.

Antivirus Mac comparativa

Se conosci Office su Windows, ci sono molte altre scorciatoie da tastiera che ti consentono di risparmiare tempo, come usare Ctrl-; per inserire la data di oggi in Excel. Anche gli standard Ctrl-C e Ctrl-V di Windows per copiare e incollare funionano.

Non tutti i collegamenti di Office per Windows sono disponibili, però, perché ne esistono alcuni (come F12 per Salva come) già utilizzati da MacOS per altre cose.

L’interfaccia e le funzionalità principali

Tutte le funzionalità si trovano all’interno di una vera interfaccia Mac, dalla grafica Retina e dai temi di documento ad alta risoluzione al famoso rimbalzo a scorrimento.
Office 2016 è una vera un’applicazione Mac, perché invece di avere un menu come su Windows, si divide e duplica le funzioni tra i menu.

Questo non è solo lo strumento di gestione dei file nel menu File, qui Office 2016 mantiene Preferenze nel menu Apple dove gli utenti Mac di solit lo cercano. Si ottiene sia un menu di tabella che un set di comandi Tabella nella scheda Inserisci in Word 2016 e il menu Strumenti e la scheda Review hanno quasi lo stesso insieme di comandi, ma non proprio.
Il comando Protect Document si trova sia sul menu Strumenti che sulla scheda Review – ma lo strumento Restrict Permission dalla scheda Review è invece nel menu File.

I comandi dalla scheda Visualizza vengono suddivisi tra i menu Visualizza e Finestra.

Microsoft sta pensando di più agli utenti Mac, e ora è anche molto più facile passare tra le versioni Windows, MacOS e iPad di Office.

Il Cloud con OneDrive

Office 2016 per Mac integra OneDrive, non solo visualizza le cartelle di OneDrive per impostazione predefinita nelle finestre di dialogo Apri e Salva (e le colonne multiple di MacOS continuano ad essere il modo migliore per gestire molte cartelle nidificate), ma è possibile vedere i file e le cartelle condivisi che si trovano nella stessa finestra di dialogo.

Questo rende la collaborazione in team di lavoro molto più semplice e gli utenti di Windows saranno invidiosi, soprattutto perché Microsoft ha eliminato l’integrazione OneDrive nelle finestre di dialogo di Office 2016 in Windows in un aggiornamento recente.

OneDrive, OneDrive for Business e SharePoint sono tutte nella finestra di dialogo Apri e Salva (e come in Windows, Aggiungi un servizio non elenca altri servizi cloud, in particolare non iCloud). Puoi vedere i tuoi file cloud e i file che altre persone hanno condiviso con te, che è un grande risparmio di tempo.
I documenti che hai aperto da siti web vengono visualizzati nell’elenco Documenti recenti, che includono i documenti dai servizi cloud che hai modificato su altri computer.

Se si desidera aprire o salvare un documento sul Mac o su una rete o un’unità esterna, fare clic sul pulsante On My Mac nella finestra di dialogo per passare a una finestra standard del file MacOS.

La finestra di dialogo On My Mac è il modo in cui è possibile salvare e aprire i file di iCloud, ed è la stessa di qualsiasi altra applicazione Mac, quindi ha senso che Microsoft non abbia tentato di duplicarlo, ma fa sì che il servizio cloud di Apple sia meno integrato di OneDrive, che si sente strano su un Mac.

L’esperienza di Office ti spinge a salvare i documenti in OneDrive in modo da poter utilizzare la nuova condivisione dei documenti e migliorare le funzionalità di editing condivise.

Compra Office Mac a prezzo minore su Amazon

Word for Mac sempre più simile alla versione Windows

Word ha praticamente le stesse caratteristiche di Windows. Oltre alle possibilità più classiche, è possibile ottenere le stesse gallerie a discesa e le schede aggiuntive sensibili al contesto per la modifica e la formattazione di oggetti, tra cui alcuni task panoramici per impostazioni dettagliate come Formato Text Effects. La nuova funzione Smart Lookup è una versione più complessa di un’opzione simile presente in Word 2011.

Con gli aggiornamenti mensili Microsoft aggiunge sempre più funzionalità, che precedentemente erano solo nella versione di Windows. Ora Word per Mac consente di utilizzare gli stessi Add-in come Word in Windows, se si lavora con i documenti e lavora con i commenti, sarete lieti di vedere che Word supporta ora le risposte filettate, rendendo le conversazioni molto più chiare.

Excel per Mac

Come Word, Excel 2016 ha un menu migliorato utilizzando le stesse schede di Excel 2013, ma le somiglianze sono ora più profonde dell’interfaccia. Ancora più importante, Excel per Mac 2016 include più funzioni e formule che sono in Excel per Windows (incluso Analysis Toolpak per l’ingegneria complessa e l’analisi statistica) e il migliorato Formula Builder è ancora più. Sul Mac c’è un riquadro di attività accoppiato in modo preciso con abbastanza spazio per elencare le funzioni e spiegarle.
Se fai doppio clic su una funzione ricevi i campi da compilare.

Le macro sono ancora supportate in Excel 2016, ma a meno che non si salvi il foglio di calcolo come un file compatibile con macro, le voci di menu sono tutte grigie in modo da non poter creare una nuova macro. C’è anche un nuovo editor di equazioni (che sarà familiare per gli utenti di Windows Excel), che consente di scegliere tra equazioni comuni o costruire le proprie trascinando termini e funzioni.

I nuovi affilatori della tabella pivot ti aiutano a passare attraverso grandi quantità di informazioni, sono controlli visivi che puoi aggiungere a un foglio di calcolo per semplificare la manipolazione della visualizzazione dei dati. Lo strumento di analisi rapida non è in Excel per Mac, ma gli strumenti consigliati e gli strumenti consigliati per la tabella pivot rendono più veloce la visualizzazione rapida. E ancora hai tutte le formattazioni condizionali, e altri strumenti visivi per aiutare a interpretare i tuoi dati.

Excel per Mac non dispone di Power Query, ma il futuro di tali strumenti è quello di passare al cloud. È inoltre possibile installare gli stessi Add-on che funzionano in Excel su Windows e iPad, dando accesso a una gamma molto più ampia di strumenti aggiuntivi di quanto Excel abbia avuto sul Mac prima. L’autocompletamento migliorato aggiunge tutti questi miglioramenti.

PowerPoint per Mac

Il nuovo PowerPoint 2016 è più veloce e più coerente con la versione di Windows della precedente veraione 2011. Ottiene anche la visualizzazione che mostra le note di diapositiva e un timer, nonché miniature per le prossime diapositive, rendendo più semplice mantenere il controllo della situazione in qualsiasi presentazione.

Ci sono nuove transizioni di diapositive in modo che la tua presentazione andrà correttamente sia su Mac che Windows, e il nuovo riquadro attività animazioni è più netto dell’equivalente di Windows. Le opzioni di effetto, l’animazione Timing e SmartArt sono visibili non appena si seleziona un’animazione. La nuova funzionalità Morph crea transizioni senza soluzione di continuità tra diapositive che hanno almeno un oggetto in comune; questo crea diapositive visivamente interessanti con un look più professionale.

Ci sono due nuovi layout di diapositiva predefiniti nel modello di presentazione vuoto, con testo verticale, Inoltre, ognuno dei 20 disegni presenta anche varianti, che combinate con i temi di colore significa che c’è una vasta gamma di opzioni.

Ora puoi animare gli sfondi e scegliere il colore per le guide di layout; buona la visualizzazione 3D molto utile di tutti gli elementi di diapositiva che rende facile riordinare le cose, mentre il riquadro di selezione offre la stessa visione degli oggetti come in Word ed Excel.

Il nuovo strumento di progettazione è l’equivalente in PowerPoint dei grafici raccomandati di Excel, suggerendo layout e diapositive con foto e layout di SmartArt per elenchi puntati come testo.

La maggior parte dei benvenuti sono i miglioramenti della vista Presenter, che mostra le note, la diapositiva successiva e così via, sullo schermo del computer portatile mentre un proiettore collegato mostra solo la presentazione – e il pulsante che consente di scambiare velocemente i display è molto utile. E mentre ci sono alcune funzionalità di PowerPoint 2013 che non lo hanno ancora fatto al Mac, come la possibilità di tradurre i contenuti nelle diapositive o di presentare online direttamente da PowerPoint, utilizzando Skype for Business o il servizio di presentazione gratuito di Office, è ora possibile salvare una presentazione come video – una funzionalità che Keynote ha avuto per un po ‘di tempo.

OneNote per Mac

Uno strumento spesso sottovalutato e poco usato, è invece molto utile per prendere appunti in modo molto estensvi oed organizzato. È interessante notare che OneNote Mac ora combina gran parte della potenza della versione di Windows con alcune idee di interfaccia piacevoli come le miniature e le sintesi di ogni pagina di nota nelle schede di navigazione sul lato dello schermo.

OneNote sta diventando sempre più interessante da quando Evernote ha cominciato a caricare per il suo servizio, ed è una potente applicazione per prendere note (ma anche indirizzi web, immagini e molto atlro!), organizzata in quaderni e sezioni. È strettamente integrato con OneDrive e alcune funzionalità si basano sul motore OneNote nella nube – come l’OCR automatico che consente di copiare il testo dalle immagini nelle vostre note o la ricerca pratica delle modalità di visualizzazione.

Ha anche le stesse opzioni di condivisione delle altre applicazioni di Office 2016 nell’angolo in alto a destra, che si basano su OneDrive. È possibile proteggere le sezioni e le schede attività con password, e puoi applicare tag ai tuoi appunti.

Gli aggiornamenti mensili di Office, hanno aggiunto il controllo ortografico, la registrazione audio che è codificata in tempo con le tue note, Smart Lookup per la ricerca su Bing direttamente da una nota, e una nuova scheda per strumenti di disegno e inchiostro. Se si dispone di una tavoletta di disegno separata con una penna, è possibile utilizzarla per scrivere, disegnare e cancellare l’inchiostro oppure utilizzare il mouse o il trackpad con diversi stili, pesi e colori, incluso un evidenziatore.

Questi aggiornamenti significano che mentre ci sono ancora funzioni che si ottiene solo sulla versione di Windows di OneNote, gli utenti di Mac hanno uno strumento molto più potente di prima.

Conclusioni

Office 2016 for Mac è un grande miglioramento della suite e continua a migliorare mese per mese, rendendola una scelta forte alle alternative Apple per gli utenti sia privati che aziendali. Office per Mac complessivamente batte gli strumenti Apple in combinazione tra loro in un unico prodotto.

Office 2016 è risultato stabile ed affidabile su una gamma di diversi Mac, e le prestazioni sono un notevolmente migliorate rispetto a Office 2011, almeno sui Mac più recenti. Su alcuni sistemi più vecchi abbiamo visto prestazioni più lente, ma ancora migliorate con la recente release della versione a 64 bit di Office 2016 per Mac. La vera domanda è se hai bisogno degli strumenti di Office o se le alternative essenzialmente libere sono sufficienti per te, come LibreOffice.

Cosa ci è piaciuto:

  • Office 2016 per Mac è ancora più moderno e più piacevole da utilizzare e produttivo su un sistema Mac.
  • La parità crescente di funzionalità con Windows, quindi non è più necessario avere un PC o eseguire Windows in una macchina virtuale per ottenere una versione reale di Office sul Mac.
  • Excel in particolare ottiene le caratteristiche professionali che mancavano per un’analisi avanzata dei dati. E se si utilizza OneNote, l’integrazione è più complessa e più utile di Windows 10.
  • La grande notizia è come la strategia di Microsoft di aggiungere nuove funzionalità mese per mese stia funzionando, trasformando in aggiornamenti significativi dalle versioni 2011, con la promessa che continueranno a migliorare.

Cosa non ci è piaciuto

  • La cosa più frustrante è che quando si ottengono altre funzionalità dalle versioni di Windows, le si vorrebbero avere tutte subito!
  • Gli aggiornamenti mensili prevedono la promessa di ottenere queste funzionalità, ma bisogna sperare e aspettare.

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

FreshMac e le sue funzioni di pulizia

Quando recensiamo software di protezione e ottimizzazione per il Mac si tratta di software appositamente studiati per fare il proprio lavoro in modo efficace e permettere di tenere in ordine il computer.

Antivirus Mac comparativa

Freshmac per Mac OS si distingue dal resto dei software di ottimizzazione perchè è intuitivo e semplificato, e oltre a ripulire il Mac, migliora le sue prestazioni nell’utilizzo reale di tutti i giorni.

La scansione del Mac e la risoluzione dei problemi

L’installazione di questa applicazione è semplice, basta scaricare il file Freshmac.pkg da 10.3 MB dal sito web del fornitore freshmac.com e eseguire il programma di installazione, il software richiede soli 26,5 MB di spazio, che è decisamente poco.
Subito dopo l’installazione, l’applicazione esegue una scansione rapida per individuare i file di spazzatura, gli elementi di avvio ridondanti, problemi di privacy e programmi obsoleti.
è possibile risolvere tutti i problemi segnalati, come in altre utility simili come Ccleaner, MacBooster e CleanyMyMac con solo pochi click. La funzione di disinstallazione è chiara e motlo utile, in quanto rende il processo di rimozione dei programmi che non ci interessano più, facile ed immediata, eliminando anche le tracce più persistenti che altrimenti normalmente non vengono tolte e piano piano intasano MAC OSX rendendolo sempre più lento.

L’interfaccia e l’utilizzo del programma

La parte superiore della sezione sinistra del programma è occupata dalle categorie di strumenti disponibili con Freshmac, e consentono di monitorare il progresso della scansione.
Nella parte inferiore della finestra, l’applicazione visualizza brevi suggerimenti per informare in quali aree la scansione sta lavorando e quali tipi di problemi sta cercando.
La scansione è un processo composto da 5 passaggi che non richiede più di un paio di minuti per essere completato, attraverso le seguenti categorie: Cache, Registro di sistema di OSX, lingue non utilizzate, cestino e privacy.

Facilità di utilizzo, un click e risolvi tutti i problemi

Al termine del suo lavoro, Freshmac visualizza un rapporto di scansione che indica quanto spazio si può recuperare e fornisce una lettura dei problemi rilevati da ciascuna delle suddette aree per farti un’idea più generale dello stato del tuo Mac.
Lo strumento fornisce anche una scala di gravità accanto a ogni categoria e consente di applicare subito un meccanismo di risoluzione dei problemi facendo clic semplicemente sul pulsante Fix Safely senza dover perdere tempo.

Antivirus Mac comparativa

Caccia ai cookie pubblicitari
Come si può vedere dalla schermata superiore, Freshmac ha rilevato un totale di 467 problemi sulla nostra macchina può sembrare un numero molto elevato, ma quando si guarda più vicino, si scopre che 363 degli elementi segnalati sono problemi di privacy. In parole povere, questi sono i famosi – e invandenti – cookie per il monitoraggio della tua navigazione da parte dei siti Internet. Molti servizi online, inclusi Google, lasciano queste file nel tuo sistema mentre visiti i siti per spiare i tuoi comportamenti online e visualizzare pubblicità mirate. Questo è il modo in cui i servizi di e-marketing funzionano, ed è buona norma ripulire regolarmente il sistema per prevenire l’eccessiva sorveglianza delle attività degli utenti da parte di terzi.

Facendo clic sul pulsante Dashboard nel menu a sinistra, verrà visualizzato un verdetto sullo stato del sistema generale, che nel nostro caso era “Critico”. È difficile valutare se questo è un sovraccarico, ma risolvere questi problemi permetterà di liberare decine o addirittura centinaia di megabyte ed eventualmente eliminare il codice potenzialmente indesiderato o chiaramente dannoso dal tuo Mac.

Il programma offre opzioni per esaminare le voci trovate durante la scansione per ciascuna categoria. Ad esempio, la cattura dello schermo qui sotto mostra quali articoli della cache sono stati individuati e quanto spazio ciascuno si mangia.

Questione di Privacy

Allo stesso modo, il modulo Privacy Cleaner visualizza un elenco di cookie non necessari e dati di cronologia browser da poter eliminare. Nella parte inferiore puoi vedere il numero totale di questi elementi e la quantità di spazio che può essere recuperata eliminandoli.

Freshmac fornisce inoltre un’opzione per deselezionare tutti gli elementi del rapporto di scansione che si desidera escludere dalla routine di pulizia. In questo modo, le voci non selezionate non verranno rimosse dal sistema quando si fa clic sul pulsante Fix Safely.

Extra molto utili

Il programma ha al suo interno un componente di disinstallazione dei software incorporato, che consente di visualizzare l’elenco completo delle applicazioni installate sul computer, selezionare quelle che si desidera eliminare e attivare il processo di disinstallazione in un solo clic.
Oltre ai casi di uso comune, questa funzionalità è assolutamente indispensabile anche per gli scenari di rimozione di malware, in cui le entità dannose possono utilizzare meccanismi di persistenza per prevenire un’eradicazione regolare.
Freshmac rende più semplice la disinstallazione forzata di tali infezioni dal computer.

L’utility è dotata inoltre di funzionalità per la gestione di file temporanei e le applicazioni di avvio. I file Temp tendono a disturbare la memoria del sistema e deteriorare le prestazioni del Mac, quindi è consigliabile pulirli una volta ogni tanto. È possibile gestire questi elementi dalla sezione Temp.

La funzionalità di avvio consente di visualizzare l’elenco dei programmi configurati che sono caricati sempre all’avvio del sistema, se li riduciamo il sistema si caricherà più velocemente. Con Freshmac, disattivare o riattivare questi processi è estremamente facile.

Supporto e licenza

Il fornitore offre attualmente 2 piani di sottoscrizione: licenze illimitate Mac per 69,97 dollari e 1 singola licenza Mac per 49,97 dollari entrambe annuali.
Qui il download dal sito del produttore

Acquista il programma scontato in versione per singolo Mac, oppure licenze illimitate.

Conclusioni

Freshmac è molto facile da installare e da usare, la sua interfaccia è intuitiva e informativa, quindi sicuramente non troverai difficile gestire i controlli del programma e capire quello che stai facendo.
Fornisce dettagli completi su ogni area che esegue la scansione, consentendo di deselezionare tutti gli elementi che si desidera mantenere.

Punti di forza

  • Semplice e intuitivo…
  • …ma con buone opzioni per personalizzare la scansione
  • pulizia completa in pochi secondi con un click
  • programma di disinstallazione
  • controllo programmi dell’avvio
  • scansione dei cookie
  • pulizia file temporanei e recupero spazio su hard disk

Contro

  • Per ora solo in inglese, ma l’utilizzo è facile per tutti

Rimuove i programmi potenzialmente indesiderati, riduce il tempo di avvio e aumenta le prestazioni del tuo Mac.
Voto finale 4,5/5 – Consigliato

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Ecco il software per capire i problemi del Mac

Quando abbiamo un problema con il Mac, siano rallentamenti, crash o comportamenti sospetti del browser che potrebberi indicare la presenza di malware, botnet o programmi non richiesti, una delle prima cose che si possono fare è di controllare quali programmi girano su OS X.

Antivirus Mac comparativa

L’operazione di controllo può esserre effettuata in vari modi, anche manualmente guardando la liste dei processi attivi in memoria Ram al momento, ma esistono modalità più efficaci.

Ci sono vari programmi di diagnostica per il Mac, uno dei migliori è EtreCheck, un software gratuito che consente parecchie operazioni e spiega cosa sta succedendo all’interno del vostro Macintosh:

* Controlla le informazioni provenienti da oltre 50 diverse attività di diagnostica e le visualizza su un unico rapporto sintetico.
* può identificare i problemi comuni sul disco rigido o la mancanza di memoria di sistema.
*  può rimuovere adware.
* Infine, anche se il rapporto EtreCheck non significa molto a voi, può aiutare qualcuno della Comunità Apple a darvi una mano a risolvere i vostri problemi.

Caratteristiche principali

  1. Vi dice il modello  esatto di Macintosh, la dimensione della RAM installata e la velocità del processore.
    2)
  2. Link a specifiche tecniche di Apple e al manuale d’uso di Apple per il tuo Mac.
    3)
  3. Quale modello di hard disk è installato, produttore, dimensione, tipo, e lo spazio libero.
    4)
  4. scheda video grafica e schermi collegati.
    5)
  5. In allegato USB, Firewire, e le periferiche Thunderbolt e dischi rigidi esterni.
  6. Le estensioni di terze parti del kernel e eventuale software nascosto che è sempre in esecuzione in background.
  7. Informazioni sul backup di Time Machine, eventuali modifiche insolite del sistema e l’occupazione di CPU e RAM (libera e usata).
  8. Kernel report, report di crash e altra diagnostica.

Problemi diagnosticati

  1. Problemi al disco rigido.
  2. RAM insufficiente.
  3. Attività in background non riuscite e rischi per la sicurezza.
  4. La mancanza di backup di Time Machine.
  5. Software obsoleto che andrebbe aggiornato

Richiede OS X Snow Leopard 10.6 o successivi

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Antivirus Mac comparativa

Download MacKeeper Download MacKeeper