Tag Archive for iPhone

Antivirus per iPhone

Questo sito parla soprattutto di sicurezza e antivirus per Mac OSX, ma non potevamo dimenticarsci che molti utenti Mac utilizzano ovviamente gli iPhone!

Antivirus Mac comparativa

Si tratta di uno degli smartphone più sicuri disponibili oggi sul mercato, ma nonostante ciò con gli attacchi alla nostra privacy e con gli hacker costantemente alla ricerca di nuovi modi per accedere ai dati personali, è impossibile per qualsiasi dispositivo essere completamente sicuro.
Quindi ti sei informato e hai considerato di proteggere il tuo iPhone o anche l’iPad con un’app di sicurezza nello stesso modo in cui avresti protetto il tuo computer con un programma antivirus.

Quando digiti “antivirus” o simili nella ricerca dell’App Store, non escono molti risultati, questo è dovuto al fatto che Apple pone restrizioni piuttosto pesanti su ciò che le app di sicurezza possono fare. Tuttavia, daremo un’occhiata ai migliori e cercheremo di determinare quale sia la migliore app antivirus per iPhone.
Vedremo quali caratteristiche offrono, quanto sono facili da usare e quanto bene funzionano.

1) Mobishield: più di un antivirus

MobiShield è una delle app di sicurezza più popolari sull’App Store ed è la nostra prima scelta perhè da un sacco di informazioni in modo semplice. La schermata principale dell’app visualizza grafici utili che mostrano l’utilizzo della memoria e l’utilizzo dei dati nel tempo.
L’app offre anche il rilevamento di jailbreak, backup e ripristino, cancellazione sicura, utilizzo della batteria, informazioni sulla rete e notizie sulla sicurezza. La nostra critica principale è che l’interfaccia non è particolarmente ben strutturata e potrebbe essere più facile da usare. Potrebbe anche essere troppo tecnico per alcuni utenti e non offre molte indicazioni su come interpretare le informazioni che fornisce.
Scaricalo da qui sull’App store

2) Lookout amichevole e professionale

Lookout è un’azienda consolidata di sicurezza mobile che in passato ha collaborato con Apple per indagare sulle minacce alla sicurezza dell’iPhone. La loro app è di gran lunga la più user-friendly tra quelle presenti sullo store e l’interfaccia è semplice e facile da usare. Le funzionalità includono il rilevamento del jailbreak, la posizione del dispositivo mancante e il backup.
Con l’upgrade alla versione Premium, ricevi anche Theft Alerts e il Breach Report che ti avvisa se un servizio o un’app che usi viene violata. È anche l’unica app con un “Monitor app” che afferma di essere in grado di controllare le app installate per attività dannose.
Versione per iPhoneVersione per iPad

3) Protezione e navigazione anonima con Bytelabs

Questa app funziona in modo diverso dagli altri antivirus precedenti,  infatti non esegue la scansione del telefono o fornisce alcuna analisi diagnostica, ma fornisce una VPN (cioè un virtual private network) sicura che indirizza il traffico mobile attraverso il server protetto di Byte Labs. Ciò significa che puoi navigare in Internet senza rivelare la tua posizione. Inoltre bloccherà tutte le connessioni che ritiene malevoli o insicure.
Il lato negativo dell’uso della VPN è che alcune app e siti Web (ad esempio i servizi di streaming video) non funzionano su una connessione VPN. Questa app dispone anche di una funzionalità Device Health che controlla se il dispositivo è jailbroken, se il software iOS è aggiornato e visualizza l’utilizzo della memoria e dello storage.
Un’app buona, facile da usare che vale tutto il prezzo mensile che costa.

Antivirus Mac comparativa

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

A rischio di furto le password in OS X e iOS

Un team di sei ricercatori della Georgia Tech Indiana University, e dell’Università di Pechino hanno pubblicato un rapporto approfondito, esponendo una serie di vulnerabilità di sicurezza che consenntirebbero a dei malware in modalità sandbox e approvati su App Store, di ottenere l’accesso non autorizzato ai dati sensibili memorizzati in altre applicazioni, incluse le password di iCloud e i token di autenticazione, le password salvate da Google Chrome password e altri tipi di dati riservati.

Antivirus Mac comparativa

Il documento di ricerca dettaglia i servizi coinvolti che vanno dal portachiavi su OS X agli URL su OS X e iOS, che possono essere sfruttati per rubare informazioni e password riservate, incluse quelle memorizzate in servizi di memorizzazione popolari come 1Password per AgileBits.

mac security flaws

“Abbiamo decifrato completamente il servizio keychain usato per memorizzare le password e altre credenziali per le diverse applicazioni Apple, e individuato anche nuove debolezze nei meccanismi di comunicazione inter-app su OS X e iOS che possono essere utilizzati per rubare dati riservati da Evernote, Facebook e altre applicazioni di alto profilo”, affermano i ricercatori.
Le diverse vulnerabilità nei meccanismi di comunicazione cross-app scoperti su iOS e OS X, identificati come punti deboli, comprendono applicazioni e servizi come iCloud, Gmail, Google Drive, Facebook, Twitter, Chrome, 1Password, Evernote,  Dropbox, Instagram, WhatsApp, Pinterest, AnyDo, Pocket e molti altri.

Il ricercatore Luyi Xing ha riportato i problemi di sicurezza di Apple nell’ottobre dell’anno scorso, e ha ottemperato alla richiesta del produttore degli iPhone di trattenere la pubblicazione delle informazioni per sei mesi, ma non ha ricevuto risposta da parte della società, e ora ha deciso di esporre le vulnerabilità al pubblico.
I difetti colpiscono migliaia di applicazioni OS X e centinaia di applicazioni iOS.

Se vuoi migliorare la sicurezza del tuo Mac, leggi la nostra guida sulla sicurezza.

Antivirus Mac comparativa

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Il malware Baby Panda attacca i dispositivi iOS con jailbreaking

Una nuova campagna di diffusione di malware rivolti agli utenti dei dispositivi iOS su cui è stato effettuata la procedura di jailbroken è stata scoperta da pochi giorni.
Il nuovo malware, scoperto a metà aprile, si chiama “Unflod Baby Panda”, e cerca di rubare il codice ID Apple e la password corrispondente.

Antivirus Mac comparativa

Questo malware sembra avere origine cinese e si presenta come una libreria chiamata Unflod.dylib che si aggancia in tutti i processi in esecuzione di iDevices, intercetta le connessioni SSL in uscita e cerca di rubare  l’Apple ID e la relativa password e li invia in chiaro a server con indirizzi IP  negli Stati Uniti, per hacker apparentemente cinesi.

Dall’analisi della diffusione, emerge che sia stato diffuso tramite siti di software illegale cinesi.
Nel frattempo si è scoperto che framework.dylib è un altro nome per la stessa minaccia utilizzato in altre infezioni .

unflod-baby-pandaPer rilevare l’infezione, gli utenti devono navigare in / Library / MobileSubstrate / DynamicLibraries / e verificare se il file ” Unflod.dylib ” esiste all’interno di questa cartella. Se è presente, questo conferma che il dispositivo è stato infettato dal malware.
Per rimuoverlo gli utenti devono individuare i file malware Unflod.dylib e Unflod.plist utilizzando iFile; questi possono poi essere cancellati manualmente utilizzando uno strumento di eliminazione dei file permanente come iShredder.
Gli utenti interessati devono quindi cambiare la propria password ID Apple e consentire la verifica in due passaggi. Se non siete sicuri su eventuali infezioni secondarie dovute a malware, eseguire un ripristino completo per rimuovere tutte le minacce esistenti dal vostro dispositivo iOS.

Istruzioni complete per rimuovere la minaccia (in inglese su Reddit).

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Antivirus Mac comparativa

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Cos'è e come funziona Gatekeeper per Mac

A seconda dei punti di vista, la sicurezza integrata nel più recente sistema operativo di Apple può essere molto valida in termini di protezione del computer oppure può essere vista come una manovra per condizionare gli utenti.

Antivirus Mac comparativa

Questo perché il sistema Gatekeeper, la funzione di sicurezza di OS X Mountain Lion, funziona in modo simile alla piattaforma iOS che alimenta gli iPhone. Chi possiede un iPhone sa che si possono scaricare solo le applicazioni approvate e vendute attraverso l’App Store di iTunes. La parte positiva è che tutte le applicazioni devono essere approvate e confermate dall’Apple riducendo praticamente a zero la possibilità di diffusione di codici maligni, malware e virus. Quindi gli utenti hanno possono dormire sonni tranquilli, perchè le possibilità che un’applicazione dannosa possa infiltrarsi nell’iPhone sono ridottissime. Il rovescio della medaglia è che questo sistema garantisce vantaggi economici per l’azienda a causa della continua dipendenza degli utenti per ottenre nuove applicazioni.

Leggi anche la nostra guida completa alle impostazioni di sicurezza per Mac

Tornando a OS X, Gatekeeper ha tre impostazioni scelte dall’utente: possiamo consentire a software e applicazioni di terze parti l’esecuzione sul nostro sistema, accettare l’esecuzione di applicazioni da App Store o approvate dagli sviluppatori Apple, o consentire l’esecuzione di applicazioni esclusive solo dal Mac App Store ufficiale. Sembra abbastanza semplice, sono tre opzioni facili da capire.
Ma il pericolo (solo potenziale) è la terza opzione.Con questa opzione il nostro Mac si comporterà quindi come un iPhone, quindi un sistema sostanzialmente “chiuso”; tuttavia gli scettici temono che questa opzione sia il precursore di un futuro sistema operativo che consentirà agli utenti di eseguire il software solo se preventivamente autorizzato dalla Apple.
E ‘chiaro che Apple non ha fornito alcuna indicazione che si stia muovendo in quella direzione , e i Mac sono molto più complessi degli iPhone, oltre ad avere molteplici utilizzi e molto più sviluppatori di software indipendenti. Le critiche al sistema di protezione Gatekeeper sono quindi forse esagerate, e i recenti attacchi di malware hanno giustamente innescato una serie di azioni di protezione da pate di Apple che deve tutelare tutta la comunità degli utenti e le tre opzioni permettono anche di settare il proprio livello di conoscenza del mondo software.
Gli utenti più esperti che sanno rinoscere i file a rischio e sono dotati di software antivirus, possono usare la prima opzione mentre chi è  principiante e non ha necessità di installazioni di software particolari può usare la seconda o la terza.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper