Tag Archive for Apple

Hai preso un virus su Mac? scoprilo qui

Diversi lettori del sito ci hanno chiesto come fare a capire se il loro Mac ha contratto virus, malware o altri problemi a seconda dei sintomi, quali sono i rischi e come fare una scansione virus Mac per eliminare i virus.

Antivirus Mac comparativa

Sommario dei contenuti della guida

1) Sintomi, il tuo Mac si comporta in modo strano?
2) Alcuni esempi di virus
3) Annunci imprevisti nel browser e pop-up pubblicitari
4) Il tuo Mac è sempre più lento?
5) Come fare una scansione su Mac per eliminare i virus
6) Comportamenti a rischio sicurezza
7) Che tipo di sicurezza ha il mio Mac?
8) Consigli contro i virus

Mac sotto attacco virus
1) Sintomi, il tuo Mac si comporta in modo strano?

Se stai vedendo annunci pubblicitari (alias Adware) che non sai spiegarti, o il tuo sistema è troppo lento, il problema potrebbe essere colpa del malware.
Ricorda i virus possono colpire indifferentemente i Macbook,  iMac, i Mac Pro, i MacBook Air e i Mini.

Negli ultimi anni i Mac sono cresciuti in popolarità e diffusione, e da allora, e non a caso, anche i virus per Mac.
Non è naturalmente il caso di farsi prendere dal panico: le infezioni Mac diffuse sono ancora meno rare rispetto al PC, ma ecco una breve panoramica dei virus più diffusi degli ultimi anni.

2) Alcuni esempi di virus famosi

  • Wirelurker è stato distribuito via software pirata per Mac. Ha tentato di infettare qualsiasi iPhone o iPad collegato a Mac infetti, diffondendosi da una piattaforma all’altra e raccogliendo gli ID univoci degli apparecchi nel processo. Non sida quale sia l’obiettivo di questo malware.
  • iWorm infetta gli utenti che hanno scaricato software pirata dal famoso sito The Pirate Bay. I Mac infetti diventano parte di una botnet globale.
[cta id=’1597′]

Impariamo da questi esempi

Tutte queste infezioni hanno una cosa in comune: infettano i Mac attraverso software installati quasi sempre al di fuori del Mac App Store.
In alcuni casi, la colpa è di software pirata, in altri è un software di terze parti. Quindi se non si installa il software fuori dal Mac App Store, i rischi diminuiscono. Certo, ci sono alcuni exploit del sistema o dei browser e Java è una preoccupazione costante, quindi occorre tenere sempre aggiornato OSX perchè la Apple rilascia spesso delle patch per risolvere i problemi.

Antivirus Mac comparativa

Se si installa il software fuori dal Mac App Store, bisogna stare attenti al software prima di installarlo (usiamo Google per una revisione, e la ricerca di una pagina ufficiale).

Analizziamo ora alcuni segnali che potrebbero significare che il vostro Mac potrebbe essere infettato da un virus.

3) Annunci imprevisti nel browser e pop-up pubblicitari

Gli adware sta diventando un problema sempre più grande sulla piattaforma Mac. Se stai vedendo annunci in luoghi dove in precedenza non si sono presentati, c’è una buona probabilità che avete installato qualcosa che non dovevate.
Spesso codici maligni si installano tra i plugin dei browser come Safari e reindirizzano le ricerche su siti pericolosi o pieni di spam pubblicitari.
Questo è ancora più vero se si vedono annunci pop-up anche quando non si sta navigando in Internet.
Se vuoi saperne di più leggi la nostra guida sull’Adware, come identificarlo e come rimuoverlo.

4) Il tuo Mac è sempre più lento?

Mac lentoAlcuni virus per Mac lo fanno diventare parte di una botnet Mac, che è una rete globale di computer utilizzati per ogni genere di cose, spesso illegali.
Se il Mac è infetto, potrebbe essere usato a tua insaputa per effettuare un attacco DDoS a un sito web, far parte di una rete di mining per bitcoin, o altre azioni che usano la potenza di calcolo della CPU del tuo Mac!

Se il Mac continua ad essere lento, anche se non si hanno molti programmi aperti, questa è una possibilità concreta.
Ma nella maggior parte dei casi si tratta di altro, problemi dovuti a file inutili, troppi programmi installati o cattive prestazioni dell’hard disk.
P
otete leggere la nostra guida per rendere il Mac più veloce, oppure  usare un programma come l’ottimo MacBooster per velocizzare e pulire il vostro Mac.

Le bot far: molto diffuse ma poco note

Un’altra causa di rallentamento poco nota  sono le reti di bot: i falsi siti Web che mostrano errori e programmi potenzialmente indesiderati spesso utilizzano in modo improprio le risorse di sistema per eseguire processi indesiderati (ad esempio il Mining in Bitcoin o altre operazioni in cui usano il tuo processore) in background. Questo comportamento riduce in modo significativo le prestazioni del sistema.

5) Come fare una scansione virus Mac?

Pensi che il tuo Mac possa essere stato infettato dai virus?
Per saperlo con certezza occorre installare un antivirus per eseguire la scansione del Mac e scoprire eventuali infezioni, come il valido Mackeeper:

mackeeperDopo la scansione (consigliamo di fare quella approfondita di tutti gli hard disk anche esterni) alla ricerca di virus, potrai eliminare i virus Mac trovati e rendere sicuro il tuo sistema OS X e i tuoi dati.
Importante è poi tenere l’antivirus sempre attivo in memoria Ram, in modo che parta in automatico quando avviamo il sistema operativo OS X e ci protegga da subito.
Altri ottimi antivirus li trovi nella nostra comparativa aggiornata

oppure utilizzare altri metodi come questi:

  • Scansione Virustotal per Mac è uno strumento online gratuito rilasciato alcuni mesi da Google.
  • AdwareMedic che ora fa parte di Malwarebytes, scansiona ed elimina un buon numero di adware sul vostro Mac, è un prodotto molto valido anche se ovviamente non sostituisce un antivirus in esecuzione sul Mac, che è la scelta che noi consigliamo!

Se nessuno di questi strumenti trova qualcosa, è abbastanza improbabile che il tuo Mac sia infetto, anche se le minacce sono in aumento e non tutte sono ancora state scoperte dai ricercatori sulla sicurezza.

6) Comportamenti a rischio sicurezza

Spesso senza rendercene conto nell’utilizzo giornaliero del computer facciamo alcune cose che possono renderci vulnerabili ai virus, ecco alcuni esempi:

a) scaricare file Torrent Mac non sicuri (leggi la nostra guida per farlo in modo semplice e più sicuro) che possono contenere virus e malware piuttosto pericolosi.
b) visitare siti a rischio come portali hard, deep web, siti di di software, film e giochi piratati.
c) scaricare software non dell’Apple store, non certificato e quindi potenzialmente dannoso.
d) non aggiornare spesso OS X, i software, i browser di navigazione e i plugin come Flash e Java, spesso utilizzati come cavalli di troia per entrare nel computer.

Nel caso tu faccia uno o più di questi utilizzi del Mac è caldamente consigliato un antivirus sempre attivo!!!

7) Che tipo di sicurezza ha il mio Mac?

Il Mac ha alcune difese installate con OSX che dovrebbero tenervi al sicuro da una parte del malware, anche se, come tutte le misure non sono del tutto infallibili, anche se la Apple sta cercando di correre ai ripari.
Qui ci sono alcuni strumenti di OSX per la sicurezza:

  • Gatekeeper aiuta a proteggere il tuo Mac, impedendo agli utenti non informati di installare software potenzialmente pericoloso. Per impostazione predefinita, questo significa che non si può installare nulla al di fuori del Mac App Store, ma è anche possibile configurarlo per bloccare applicazioni da sviluppatori sconosciuti.
    Naturalmente, molti utenti Mac disabilitano Gatekeeper completamente in modo da poter eseguire qualsiasi software vogliono, comprese le cose che loro stessi hanno compilato.
    La speranza è che gli utenti ben informati sappiano valutare con attenzione le applicazioni che scaricano prima di installarle.
  • Sandboxing. Le Apps installate attraverso il Mac App Store hanno un accesso limitato al sistema, una limitazione destinata a fermare un app prima che possa compromettere l’intero sistema operativo.
  • XProtect, ufficialmente chiamato File Quarentine, è il programma anti malware che non sapevi di avere! è parte di OS X dal 2009, e non è come l’antivirus di Windows, ma è completamente invisibile alla maggior parte degli utenti. Non è possibile aprire il programma ed eseguire una scansione da soli, e non è possibile installare manualmente gli aggiornamenti. Ma se sei stato infettato da un virus noto, ci sono buone probabilità che il programma ti avverta.
    XProtect ti fermerà anche prima di aprire i file infetti. L’unico problema potrebbero essere gli aggiornamenti della Apple, a volte troppo lenti a reagire alle nuove minacce.
  • La poca diffusione è un altro vantaggio che valeva fino a 5/6 anni fa, ma ora i Mac hanno una quota di mercato crescente. Per lungo tempo ci sono stati così pochi computer attivi con OS X, che i creatori di malware non si sono preoccupati di farne un loro bersaglio.
    Naturalmente oggi, con una crescente base di utenti Mac, questo vale meno di prima, ma Windows rimane ancora l’obiettivo primario per i produttori di malware.

8) Consigli contro i virus per una maggiore sicurezza

1) Se usate il Mac per lavoro o tenete giustamente ai vostri dati personali, seguite questi consigli per la privacy.
2) Se siete dei nuovi utenti di OS X leggete qui le basi della sicurezza e qui.
3) Per evitare di prendere virus e malware in generale leggete la nostra guida apposita contro i virus Mac e quest’altro articolo che tratta anche dei fastidiosi trojan.
4) Attivare il firewall di OS X, scopri qui se è il caso di farlo e come!
5) Installare un antivirus! sembra banale ma ancora molti utenti Mac non l’hanno installato, esponendosi a rischi durante la navigazione e il download.

Scopri qui i migliori antivirus per il Mac!

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

A rischio di furto le password in OS X e iOS

Un team di sei ricercatori della Georgia Tech Indiana University, e dell’Università di Pechino hanno pubblicato un rapporto approfondito, esponendo una serie di vulnerabilità di sicurezza che consenntirebbero a dei malware in modalità sandbox e approvati su App Store, di ottenere l’accesso non autorizzato ai dati sensibili memorizzati in altre applicazioni, incluse le password di iCloud e i token di autenticazione, le password salvate da Google Chrome password e altri tipi di dati riservati.

Antivirus Mac comparativa

Il documento di ricerca dettaglia i servizi coinvolti che vanno dal portachiavi su OS X agli URL su OS X e iOS, che possono essere sfruttati per rubare informazioni e password riservate, incluse quelle memorizzate in servizi di memorizzazione popolari come 1Password per AgileBits.

mac security flaws

“Abbiamo decifrato completamente il servizio keychain usato per memorizzare le password e altre credenziali per le diverse applicazioni Apple, e individuato anche nuove debolezze nei meccanismi di comunicazione inter-app su OS X e iOS che possono essere utilizzati per rubare dati riservati da Evernote, Facebook e altre applicazioni di alto profilo”, affermano i ricercatori.
Le diverse vulnerabilità nei meccanismi di comunicazione cross-app scoperti su iOS e OS X, identificati come punti deboli, comprendono applicazioni e servizi come iCloud, Gmail, Google Drive, Facebook, Twitter, Chrome, 1Password, Evernote,  Dropbox, Instagram, WhatsApp, Pinterest, AnyDo, Pocket e molti altri.

Il ricercatore Luyi Xing ha riportato i problemi di sicurezza di Apple nell’ottobre dell’anno scorso, e ha ottemperato alla richiesta del produttore degli iPhone di trattenere la pubblicazione delle informazioni per sei mesi, ma non ha ricevuto risposta da parte della società, e ora ha deciso di esporre le vulnerabilità al pubblico.
I difetti colpiscono migliaia di applicazioni OS X e centinaia di applicazioni iOS.

Se vuoi migliorare la sicurezza del tuo Mac, leggi la nostra guida sulla sicurezza.

Antivirus Mac comparativa

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Virus su Mac? sì esistono! scopri come difenderti!

L’idea che non ci si deve preoccupare di virus e malware, se si usa un Mac, è ancora sorprendentemente popolare e diffusa.
Molte persone credono che i Mac non prendano virus, e Apple fa ben poco per dissipare questa credenza, ma è proprio vero? oppure il Mac può prendere virus?

Antivirus Mac comparativa

“La risposta è decisamente sì”, secondo gli esperti di sicurezza in giro per il mondo.
Alcuni anni fa, il malware Flashback  sfruttando una falla di sicurezza in Java è riuscito ad infettare più di 600.000 Mac, quindi circa l’1 per cento della base degli utenti!
C’è una pagina su di esso sul sito web di Apple.

Mac malware

Per maggiore chiarezza, usiamo le parole malware e virus per lo più in modo intercambiabile in questo articolo, perché, per la maggior parte delle persone, queste sono la stessa cosa. Tuttavia, tecnicamente parlando, il malware è il termine generico per tutti i software dannosi che potrebbero attaccare o infettare un computer.
La pagina di Wikipedia sul malware è una buona risorsa se ​​volete conoscere tutti i diversi tipi di minacce.

[cta id=’1597′]

Da allora ci sono stati diversi altri problemi soprattutto conm vulnerabilità di software di terze parti, ma già in passato, prima di flashback c’erano state avvisaglie nel corso degli anni.
Qui trovi la storia poco conosciuta del malware per Mac che parte dagli anni ’80.

La Apple è stata criticata per essere lenta ad affrontare le minacce e le vulnerabilità scoperte negli ultimi anni.
Rootpipe è stato scoperto nel mese di ottobre 2014, ma la correzione è arrivata solo nel mese di aprile 2015, e le patch sono solo per Yosemite.

Antivirus Mac comparativa

Microsoft è stata in prima linea contro le infezioni per così tanto tempo, che ora il tempo di risposta per fissare le vulnerabilità è molto più breve, e naturalmente consigliano di eseguire uno strumento di sicurezza di terze parti, cioè un antivirus.

Il problema della visibilità

Perché molte persone ancora non utilizzano software antivirus su Mac? forse perchè è difficile ottenere una visione chiara sulle dimensioni dei rischi.

Come si riesce a capire se il proprio Mac è stato infettato?
(intanto puoi leggere la nostra guida)

La maggior parte del malware è molto, molto furtivo in questi ultimi anni, è successa la stessa cosa con i PC, gli hacker si resero conto che più silenziosi sono, più a lungo possono farla franca.
I malware moderni per
Mac OS X e Windows non rallentano per forza il PC, a meno che non siano minatori Bitcoin.

Per cercare di avere una migliore idea delle dimensioni del rischio, possiamo analizzare i dati di un importante istituto di ricerca nel campo della sicurezza la AV-Test.

“Abbiamo scoperto e registrato più di 48 milioni di nuovi campioni di malware unici solo quest’anno, ma oltre il 98% sono stati scritti per la piattaforma Windows”, afferma Andreas Marx, CEO di AV-Test.
Meno di 5.000 nuovi virus sono stati scritti per Mac OS X, ma questi tipi di malware esistono.”

Perché Windows è un bersaglio più popolare

Ci sono ancora un paio di motivi validi per gli hacker per colpire macchine Windows prima del Mac, perchè il malware per windows  ripaga più facilmente gli sforzi fatti.

La reputazione che Mac OS X ha per la sicurezza è anche non del tutto immeritata. Mac OS X non ha meccanismi di sicurezza incorporati. Non si dispone dei privilegi di root sulla macchina, è necessario inserire la password per riconfigurare il sistema, e c’è un sotto-sistema gatekeeper che non consente di installare i file se non sono firmati digitalmente da Apple.
Naturalmente, niente di tutto questo significa che non si può scrivere malware apposito per Mac OS X; è solamente più complicato ma, se qualcuno ha la motivazione e le risorse adeguate, può farlo. Non è certo tecnicamente impossibile.

Un sistema operativo sicuro non è sufficiente, il problema dei programmi di terze parti

Anche una piattaforma progettata con un occhio sulla sicurezza non è sufficiente per garantire la sicurezza.
Forse avete un sistema operativo ben progettato, ma quando si sta interagendo con il web si  utilizzano software di terze parti, come Browser, Java, Flash Player, Adobe, e non c’è alcuna garanzia che siano ben progettati come il sistema operativo.

C’è anche un problema serio con attacchi di phishing, adware e social engineering, che sono del tutto indipendenti dalla piattaforma. Si tratta di ulteriori minacce che il software antivirus spesso evita, quindi, anche se non si sente il bisogno di protezione dai virus, si potrebbe considerare l’installazione di qualcosa per proteggersi da altre minacce online.

Come proteggersi

Se sei preoccupato, e vuoi stare più tranquillo, è abbastanza facile prendere provvedimenti. 

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

L’adware Downlite bloccato da una patch di Apple

La Apple ha rilasciato da pochi giorni un aggiornamento per Xprotect, che consente di bloccare un fastidioso adware chiamato  OSX.Downlite.A.
Erano diversi mesi che Downlite creava problemi alla comunità di utenti Mac OS X, installandosi sul browser Safari e facendo apparire un banner pubblicitario sotto la barra di ricerca di Google.

Antivirus Mac comparativa

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, per prendere questo (o altri adware) non è necessario visitare siti pirata o di fle torrent. Grandi siti di download file come CNET  downloads.com e softonic.com sono stati coinvolti in passato con il download di adware che si installano insieme a software legittimi che sono usati come veicoli.
In questo caso il file incriminato è MPlayerX, un noto media player.

downlite-adware

 Downlite rappresenta un ulteriore evoluzione dei normali adware pubblicitari, perchè blocca anche l’accesso a utili risorse come AdwareMedic che sono state create per togliere gli adware dal Mac.
Un salto di qualità che testimonia la crescente lotta tra gli antivirus e il malware per Mac, che diventa sempre più complessa, andando di pari passo con l’aumento della diffusione di OS X.

Oltre ad aggiungere Downlite ad XProtect, Apple ha revocato il certificato utilizzato per firmare questo installer Downlite (travestito da installatore MPlayerX ).
Al tentativo di aprire il programma di installazione viene visualizzato un messaggio di errore che dice che non può essere aperto.

Apple però deve ancora intervenire sulla maggior parte degli adware, come Genieo o Conduit, che rimangono attivi e sbloccati.
Questi sono altrettanto diffusi come Downlite e si installano molto più profondamente nel sistema, inoltre sono più difficili da rimuovere.

Antivirus Mac comparativa

Gli Adware rimangono ancora una zona grigia, e alcuni sostengono che permette al software distribuito gratuitamente di essere supportato con la loro pubblicità.
Tuttavia sono incoraggiati da questo recente sviluppo, e in molti casi diventano fastidiosi, e ora forse Apple potrebbe prendere provvedimenti contro qualsiasi adware che si permette di bloccare l’accesso ad alcuni siti come ha fatto Downlite.

Se hai dei dubbi che il tuo Mac abbia preso degli Adware pubblicitari, leggi la nostra guida sull’identificazione e la rimozione.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Un esempio di mail di phishing che chiede l’id Apple: come difendersi

Un lettore ci scrive mandandoci una mail di phishing che ha ricevuto recentemente.
La pubblichiamo perchè testimonia che anche i Mac sono ormai nel mirino di tentativi di operazioni fraudolente di vasta portata per carpire dati di accesso e personali.

Antivirus Mac comparativa

Apple mail di phishing
L’intestazione e la mail del mittente sembrano a prima vista attandibili, ma il testo scritto denota chiaramente che non è stata scritta da un madrelingua, e ha diversi errori grammaticali, che ci possono far subito sospettare l’inganno.
Ma se fosse stata scritta correttamente? un altro modo per capire che la mail è una truffa, e vedere, senza cliccarci sopra, dove portano i link esterni che sicuramente non puntano al sito della Apple ma su improbabili indirizzi esterni, come questo:

http://amcansportsonline.com/wp-cron/ComplePie/Content/ma/cdqssd/#

La prima cosa che si nota andandoci sopra, è che assomiglia vagamente al sito della Apple, e ci vengono subito chiesti i nostri dati di accesso (ovviamente non inserite nulla!!!) ma se clicchiamo su altri parti del sito come il menu in alto non funziona nulla, cioè si tratta di una sola singola pagina costruita per carpirci i dati personali.

Questi alcuni altri suggerimenti di Apple in materia di mail contraffatte.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Antivirus Mac comparativa

Download MacKeeper Download MacKeeper

Analizziamo la battaglia contro il malware

Con l’avvento del personal computing negli anni ’80, gli utilizzatori progressivamente invocarono lo sviluppo di software di sicurezza per rimuovere virus, trojan, spyware e altri software dannosi dai loro sistemi.
Per un paio di decenni gli antivirus sono stati una necessità, soprattutto per le piattaforme che hanno subito un grande attacco di malware rispetto ad altri (in particolare Windows e il Mac OS Classic, rispetto ad OS X). Oggi il malware è ancora un problema costante e grave, tuttavia, sembra che questo approccio classico che tenta di arginare il flusso di malware sia uno sforzo che è progressivamente fallito.
090707_k22_ow_pf_dr 004
Recentemente Brian Dye, vice presidente senior per la sicurezza delle informazioni a Symantec, ha dichiarato al Wall Street Journal che l’antivirus classico “è morto”, suggerendo che il classico approccio per identificare le varianti di malware potrebbe essere una battaglia persa.La quantità di malware che le società di sicurezza stanno vedendo uscire ogni anno è in aumento esponenziale, e non è facile tenere il passo con l’identificazione e la creazione di definizioni efficaci contro tutte le minacce. Ad esempio, ricordiamo la difficile battaglia  per gli sforzi di protezione contro il malware Flashback, dove le nuove varianti rilasciate dagli hacker aggiravano le nuove definizioni a pochi giorni di distanza dal rilascio degli aggiornamenti.

Antivirus Mac comparativa

Inoltre, gli hacker stanno escogitando nuovi sistemi che non si comportano come i malware classici, capitalizzando gli errori del settore, come nel caso del recente Snafu Heartbleed OpenSSL.Questo significa che il mondo della sicurezza informatica sta cambiando al punto in cui è difficile contare su una suite di sicurezza per mantenere il sistema al sicuro. Se viene trovata una vulnerabilità, le varianti di malware che la sfruttano spesso si diffondono più velocemente di una correzione che può essere rilasciata dallo sviluppatore.

Gli strumenti di sicurezza sono solo opzioni per aiutarvi a scoprire e prevenire che il malware venga installato, e non possono sempre riuscire nel loro compito al 100%.
Se guardate l’approccio di Apple in materia, l’azienda ha istituito il rilevamento del malware attivo, invece di concentrare gli sforzi sul proprio sistema di rilevamento XProtect, Apple ha favorito il contenimento, non del malware stesso, ma delle possibilità di sfruttare l’accesso ai dati degli utenti.È necessario che ogni programma che Apple ospita sul suo App Store debba essere firmato digitalmente in modo che solo loro possano essere eseguiti quando sono attivate ​misure di sicurezza come Gatekeeper.
Per i dati personali, Apple sta concentrandoi suoi sforzi sulla crittografia e l’uso di password, offrendo facilità di generazione delle password di alta qualità per l’autenticazione ai siti Web e la loro gestione da parte dell’utente.

Utilizzando queste opzioni che Apple fornisce con il Mac, si può stare abbastanza sicuri, abbinando naturalmente un antivirus. Per ora, gli sforzi come questi propendono per bloccare il malware dall’interno, invece di sradicarlo.  L’utilizzo di strumenti anti-malware contribuirà a questo sforzo, ma non può essere invocato come unica fonte per la sicurezza del computer, che parte prima dalla consapevolezza del’utente.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Attacco al centro sviluppo della Apple

Torniamo dalla pausa estiva per riferirvi, seppur in ritardo, del clamoroso attacco hacker alla Apple avvenuto intorno al 18 di luglio. Il sito degli sviluppatori di Apple non è disponibile per gli ingegneri del software, dopo che un hacker ha cercato di rubare delle informazioni personali.
Il develeped center, utilizzato dai programmatori che scrivono applicazioni per iPhone, Mac e altri prodotti è stato diversi giorni offline, al fine di permettere di risolvere il problema, ha comunicato la società su Internet. Gli sviluppatori che utilizzano il sito per il download di software, la documentazione e le informazioni di ingegneria potrebbero subire ritardi nell’introduzione dei propri prodotti.
Il testo sul sito diceva “We’ll back soon” ma sono passati parecchi giorni prima di rivedere il sito: Non si è trattato di un attacco dimostrativo o goliardico, ma di un tentativo di carpire informazioni riservate e personali degli sviluppatori. Il tentativo avrebbe rubato poche informazioni e per di più criptate, ma è sicuramente un forte segnale a non abbassare la guardia contro i pirati informatici. La Apple ha infatti preso diversi giorni di tempo per rifare completamente il software del server e i database collegati.
Qualche giorno dopo un ricercatore sulla sicurezza informatica Ibrahim Balic, ha ammesso di aver provato a violare il sito per una sorta di test sulla sicurezza, mostrando anche su Internet le informazioni che è riuscito a rubare, oltre 100.000 record di un database e trovando ben 13 bug nel portale Apple.

Antivirus Mac comparativa

Per i professionisti del settore e gli sviluppatori un ottimo articolo sulla questione e le sue implicazioni è su melablog.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Anche i Mac prendono virus? scopri la risposta qui

Cosa stai facendo per proteggere il tuo Mac da virus e malware?

Antivirus Mac comparativa

Questa può essere una domanda tipo da porre ad un acquirente di un nuovo portatile Mac Air o un MacBook, eccitati dal loro nuovo gioiellino… quando si chiede che cosa si sta usando come software antivirus, ancora molti utenti medi di Mac sgranano gli occhi e rispondono come 10 anni fa: “Niente! i MAC non prendono i virus”.

Purtroppo da alcuni anni le cose non stanno più così. Anche i più scettici possono leggere gli ultimi post in TechSpot o sull’Huffington Post, e molte altre pubblicazioni specialistiche come Mac Wolrd.  Questo perchè gli hacker sono interessati ad influenzare il maggior numero di bersagli possibili.

Ecco alcuni miti che ancora circolano in rete:

1) Il sistema operativo MAC OSX  è costruito in modo diverso rispetto al sistema operativo Windows, non condivide un registro comune e la struttura dei file MAC è diversa, il che significa che il tipo di malware per Windows non sono esportabili su MAC, ma questo non significa che essi siano immuni e totalmente sicuri.
2) Il punto due è il semplice fatto ci sono molti meno Mac rispetto ai PC che ancora superano di gran lunga il numero di sistemi MAC in uso, ma i computer apple stanno guadagnando quote di mercato e diventano più appetibili per gli hacker professionisti.L’ unico modo per garantire che il vostro computer non potrà mai ottenere un virus è quello di non collegarlo al Internet e spegnerlo, a parte questo scherzo, è necessario  ottenere un programma antivirus di qualità installato sulla vostra macchina, e tenerlo aggiornato regolarmente. Proteggi te stesso prima che sia troppo tardi.
Se vuoi approfindire l’argomento qui trovi molte risposte ai tuoi dubbi sui virus e malware sul Mac.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Antivirus Mac comparativa

La Apple ammette la vulnerabilità dei Mac

Gli esperti di sicurezza hanno a lungo sostenuto che Apple ha sottovalutato la minaccia per gli utenti Mac portata dai nuovi virus.
Nel mese di aprile abbiamo segnalato la comparsa del Flashback Trojan, che ha interessato circa 600mila proprietari di Mac, più dell’uno per cento del totale mondiale.
Preso da siti Web dannosi, il trojan è mascherato da un aggiornamento per Adobe Flash e utilizza una vulnerabilità in Java, un linguaggio di programmazione ampiamente utilizzato on-line, per prendere il controllo di OS X. E ‘stato utilizzato dai criminali informatici per eseguire un “click fraud” una truffa, che reindirizzava le vittime a pubblicità online, ma avrebbe potuto essere utilizzato per carpire le credenziali di online banking o altri dati sensibili.

Antivirus Mac comparativa

La Apple aveva precedentemente affermato sul suo sito web che il Mac “non prende i virus come il PC” e  i proprietari potevano dormire sonni tranquilli.
“Un Mac non è suscettibile di migliaia di virus che affliggono computer basati su Windows”, si vantava la Apple.

Ora il messaggio di marketing dice semplicemente che il Mac è “costruito per essere sicuro”, ma il comportamento baldanzoso e sicuro è stato abbondonato visti i risultati e la diffusione di malware per Mac.

I fornitori di software di sicurezza hanno detto di aver visto un picco di vendite di Mac prodotti antivirus a seguito del focolaio Flashback. Alcuni esperti hanno criticato la risposta di Apple alla minaccia, ma non la ha patch per la vulnerabilità sfruttata dai criminali informatici fino a tre mesi dopo che è stato scoperto.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Antivirus Mac comparativa