Quando si verifica un problema in fase di avvio o di configurazione che impedisce le normali procedure diagnostiche e di risoluzione dei problemi, l’avvio in modalità provvisoria può essere l’nuica soluzione.
In alcni casi sono proprio i virus e i worm a ingolfare il Mac e a rendere difficile e lento l’avvio.

Antivirus Mac comparativa

Per avviare il Mac in modalità provvisoria è necessario collegarlo e stare attenti a quando il cicalino suona all’inizio: subito dopo si deve premere il tasto Maiusc e tenerlo premuto per alcuni secondi fino a quando il simbolo della mela indica l’avvio.Il Safe Boot esegue alcune procedure per evitare problemi comuni all’avvio, così spesso ci vuole molto più tempo del normale. Alla fine il Mac è in modalità provvisoria,  in cui non sono disponibili più risorse per aumentare le possibilità di  avere accesso a procedure diagnostiche o correzioni che possono risolvere la situazione.

Se non riesci ad avviare il Mac così, segui questa nostra guida all’avvio alternativo

Alcuni dei cambiamenti che si verificano durante l’avvio sicuro e la modalità provvisoria sono:
controllo della directory del disco di avvio
Solo le estensioni kernel essenziali per il funzionamento di base del sistema vengono caricate
Le fonti che non sono nel sistema libreria stessa non sono caricate
Tutti gli elementi di avvio e login utente (le applicazioni che vengono eseguite automaticamente nel tuo account) non vengono caricate
Le capacità di accelerazione grafica sono disabilitate

A causa delle risorse di sistema che non vengono caricate durante l’ avvio in modalità provvisoria, diverse attività non sono possibili durante la modalità provvisoria, tra cui l’immagine della fotocamera, guardare DVD, utilizzare la rete wireless, la condivisione di file e altro ancora.

In modalità provvisoria è però possibile eseguire la diagnostica hardware e di configurazione che si desidera, disinstallare qualsiasi applicazione che sta creando problemi, rivedere le preferenze di sistema, e molto altro.Per uscire dalla modalità provvisoria, al prossimo avvio non premere un tasto speciale.
Un avvertimento importante: se il Mac è in una situazione in cui non riuscite a trovare la soluzione dei problemi del sistema operativo, chiedere la supervisione di una persona con conoscenza del sistema in modo da non aggravare i problemi già esistenti!

Più chiavi per l’avvio, ecco i tasti di avvio Mac
Alcuni degli altri tasti interessanti che possono essere premuti durante l’avvio diagnostico o la risoluzione dei problemi, ma che si dovrebbero usare solo se si sa cosa si sta facendo (e non tutti sono disponibili per tutti i modelli di Mac).
Opzione D + – tenta di caricare il test hardware tramite Internet quando non è presente o accessibile su Mac
⌘ + R – Recupero partizione attiva ( sui Mac più recenti dal 2010 in poi) per avere la possibilità di controllare/ripristinare il disco, reinstallare OS X da Internet o anche ripristinare un backup tramite Time Machine.
Opzione – scegliere di avviare da un altro dispositivo (ad esempio una chiavetta USB per l’avvio del Mac , per esempio)
F12 – espellere un CD o DVD
N – l’avvio da un server LAN
T – Modalità disco di destinazione , dove un altro Mac collegato alla porta FireWire o Thunderbolt sarà in grado di leggere i dati come se si trattasse di un disco rigido esterno.
⌘ + V – lo schermo mostra le informazioni su ogni passaggio eseguito durante l’avvio.
⌘ + S – modalità utente singolo, da direttamente accesso alla shell del terminale in modalità testo.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Antivirus Mac comparativa

Download MacKeeper Download MacKeeper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *