Formattare un hard disk su Mac non è difficile ma occorre farlo con precisione e seguendo tutti i passaggi, in modo da effettuare le scelte corrette in base alle nostre esigenze.

Prima di formattare

Prima di effettuare una formattazione è di solito necessario salvare i proprio dati. Leggi la nostra guida su come farlo in sicurezza e con i migliori software.

Guida alla formattazione passo passo

1) La prima cosa da fare è far partire il software di utilità disco dal menu Applicazioni > Utility
Una volta che è aperto vedrete l’elenco delle unità disponibili sulla sinistra. Scegliere l’unità che si desidera formattare e quindi fare clic sull’opzione Inizializza dalle cinque opzioni disponibili nella finestra principale.
2) Il programma Utility Disco sceglie automaticamente il sistema operativo OS X Extended (Journaled) – che anche noi consigliamo – come formato predefinito per l’unità, ma se si desidera utilizzarne un altro, facciamo clic sulle opzioni di formattazione per visualizzare la finestra a discesa.
Le opzioni di formattazione che vedrai sono:

OS X esteso (Journaled)
Utile per la creazione di unità sicure che possono richiedere una password per accedere, si può anche optare per la crittografia delle unità portatili ed esterne o chiavette USB, per evitare che dati preziosi cadano in mano a sconosciuti.

Mac OS Extended (Case-Sensitive, Journaled)
Di default OS X considera i file minuscoli e maiuscoli su un come se fossero gli stessi; ma se questo è un problema per voi, è possibile creare un’unità che distingue tra maiuscole e minuscole, dove i file vengono trattati in modo diverso. Quindi due file chiamati Mac.txt e uno mac.txt sarebbero trattati come due file separati. Anche se questo può essere un’opzione, non è di solito raccomandato.

MS-DOS (FAT)
Si potrebbe desiderare di utilizzare questo tipo di formattazione che usa Windows, se si condividono regolarmente le unità esterne con amici o colleghi che possiedono un PC, e si desidera che siano in grado di accedere ai file presenti sul disco. Oppure per creare una partizione Bootcamp in modo da poter installare Windows sul vostro Mac.

ExFATL
Lo stesso che per MS-DOS (FAT) di cui sopra, solo che questa opzione è stata ottimizzata per le unità flash – sia interne che esterne.

3) Dare un nome all’unità
Una volta scelto il formato di unità che si desidera utilizzare, sarà ora necessario dare all’unità un nome. Questo può essere ad esempio ‘Macintosh HD’ se avete intenzione di usare l’unità come unità principale del vostro Mac o ‘dati Mac’ o ‘video e ffoto” a seconda del contenuto se si hanno più hard disk.

4) Scegliere le opzioni di sicurezza e cancellazione dei file esistenti
Facciamo clic sul pulsante Opzioni di protezione verso la parte inferiore della finestra principale. Si aprirà una nuova finestra che consente di scegliere come vuoi l’unità da formattare, con un cursore che vanno dal più veloce al più sicuro.
L’opzione più veloce cancellerà l’unità rimuovendo le informazioni di intestazione, ma lascerà i file sottostanti intatti, anche se essi vengono nascosti.
In questo modo qualcun altro potrebbe riattivare i vecchi i file in modo semplice utilizzando il software di recupero dati, che non è necessariamente una buona idea.
Per una nuova installazione di OS X, vi consigliamo di spostare il cursore verso la seconda opzione in cui si dice “Questa opzione scrive un singolo passaggio di zeri su tutto il disco.” Questo sovrascrive l’intero disco una sola volta.

Per maggiore sicurezza, continuare a muovere il cursore verso destra. Il passo successivo ti darà la possibilità di sovrascrivere l’unità per tre volte. Il modo di più sicuro sovrascriverà l’unità ben sette volte, ma dovrete aspettare più tempo (a seconda delle dimensioni del disco) prima che sia disponibile per l’uso di nuovo.

Ora possiamo  fare clic sul pulsante Cancella, e metterci comodi ad aspettare, la formattazione di un disco può richiedere diverso tempo, soprattutto se si tratta di dischi di grandi dimensioni; una barra di avanzamento mostrerà come la formattazione dell’unità sta andando e per quanto tempo, più o meno, ci vorrà per completarla.

 

 

 

 

Scarica Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac!

Download MacKeeper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *