Consigli di sicurezza per i nuovi utenti Mac

Mac OS X è un sistema operativo facile da usare, e sta conquistando sempre più ampie quote di mercato, con molti utenti che lo scelgono abbandonando il PC Windows.
La differenza fondamentale è che ci sono meno minacce  malware e attacchi di hacking diretti a utenti Mac, rispetto a quelli diretti contro gli utenti di Windows.
Ma entrambi possono essere attaccati (e lo sono) e entrambi i sistemi operativi richiedono l’aggiornamento costante degli antivirus, l’installazione delle patch di sicurezza e tanto buon senso nell’utilizzo giornaliero!
Così, mentre Mac OS X gode di una meritata reputazione per la sicurezza, ci sono delle prassi che ogni utente può adottare per proteggersi. Avete appena acquistato il vostro nuovo fiammante Mac, ed è pronto per il lavoro o per i vostri hobby preferiti: ecco come iniziare.

Impostate il vostro Mac per aggiornare il software automaticamente

è importante utilizzare software aggiornati all’ultima versione disponibile al fine di proteggersi contro gli hackers, in modo da non permettergli di trovare odalità facili per entrare nel tuo computer.  Per fare questo ti consigliamo di impostare gli aggiornamenti automatici: basta fare clic sul logo Apple, andare in Preferenze di Sistema, quindi selezionare Aggiornamento Software. Troverete tutte le opzioni in questa schermata.

Apple OSX automatic-updates

Sul nuovo Mavericks è leggermente diverso:L’aggiornamento automatico è attivato per impostazione predefinita, ma se si vuole verificarlo, ecco come fare:
1 Clicca sulla mela in alto a sinistra e seleziona Preferenze di Sistema dal menu a discesa.
2 Selezionare App Store, che si trova in preferenze di sistema per visualizzare e modificare le funzionalità di aggiornamento automatico.

Assicuratevi di fare il backup dei dati

Un buon modo per proteggere ivostri documenti da qualsiasi tipo di disastro – volontario o accidentale – è quello di fare regolarmente il backup, almeno dei file più importanti.
Il servizio di storage online di Apple iCloud può fare al caso vostro, e consente di condividere foto, file e messaggi tra più dispositivi iOS e Mac. Ma è meglio non fare affidamento su servizi di storage solo come backup, ci sono modi migliori per farlo. Alcune persone usano la sincronizzazione come una sorta di backup, ma il suo scopo principale è solo quello di conservare una copia nel cloud di qualsiasi file si potrebbe desiderare di accedere da altri computer o sistemi operativi. E’ essenziale per mantenere una copia sicura dei vostri file, che un backup sia avviabile sia su un disco separato che in un luogo fisico separato. In questo modo si dispone di un modo semplice e veloce per tornare attivi e pronti al lavoro anche se il danno non è solo per il vostro computer.

Non usare una password troppo semplici

Durante l’impostazione di Mac OS, il sistema richiede a ogni utente di creare una password, ma si può ottenere il via libera con un singolo tocco sulla barra spaziatrice. Non cadiamo in questa tentazione, specialmente su qualsiasi account con privilegi di amministratore. Se il vostro Mac venisse perso o rubato, questo sarebbe un modo istantaneo per i ladri o in ufficio, per chiunque di accedere alle tue informazioni private.

Considerare l’utilizzo di software antivirus su Mac

Mac OS X ha una protezione base  da malware, ma ci sono motivi per utilizzare software specifico. Spesso ancora molte persone dicono che il Mac non può prendere virus, un mito che dura ancora. Ormai sappiamo da anni che non è così, e sono ormai molti i virus appositamente creati per Mac può, senza contare il fatto che i Mac possono diffondere virus per PC, un fatto di grande preoccupazione per le molte aziende che utilizzano un mix di Mac e PC (compresi quelli che utilizzano Windows su Mac).

Il ricercatore di sicurezza e scrittore Graham Cluley afferma:  “la verità è che non c’è nulla di significativamente più sicuro su OS X che lo rende in qualche modo intrinsecamente più sicuro rispetto alle versioni moderne di Windows. Entrambi possono essere configurati in modo sicuro per ridurre i rischi  ma è il comportamento dell’utente davanti al computer ciò che fa la differenza. Se l’utente commette un errore, allora i rischi possono essere introdotti su entrambe le piattaforme”.

Scarica Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac!

Download MacKeeper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *