Articoli sulla sicurezza Mac

Il misterioso malware che attacca il BIOS

Oggi diamo spazio ad un interessante articolo sui malware che attaccano il BIOS, oggetti strani e misteriosi di cui si sa ancora poco, e su cui un tenace ricercatore sta indagando da tempo.
Ecco un estratto tratto dal sito arstechnica:
Tre anni fa un consulente per la sicurezza, Dragos Ruiu era nel suo laboratorio quando notò qualcosa di molto insolito: il suo MacBook Air, sul quale aveva appena installato una nuova copia di OS X e aggiornato il firmware non si avviava più da CD ROM e scoprì più tardi che la macchina poteva cancellare dati e annullare le modifiche alla configurazione senza chiedere conferma. La colpa era dell’aggiornamento del firmware che sarebbe diventato un malware misterioso e da studiare. Nei mesi successivi venne osservato un computer infetto che aveva iniziato a modificare le sue impostazioni e cancellare i suoi dati senza spiegazioni o chiedere conferma.  La cosa più strana di tutte è stata la capacità delle macchine infette di trasmettere piccole quantità di dati di rete con altre macchine infette, anche quando i loro cavi di alimentazione e i cavi Ethernet erano scollegati e le loro schede Wi-Fi e Bluetooth erano state rimosse. Da ulteriori indagini è emerso che l’elenco dei sistemi operativi interessati includono anche molteplici varianti di Windows e Linux.
Nei successivi tre anni le infezioni sono persistite, quasi come un ceppo di batteri che è in grado di sopravvivere a terapie antibiotiche estreme. Il segno più visibile di contaminazione è l’incapacità di una macchina di fare il boot da CD. Nel corso delle ultime due settimane Ruiu ha documentato sui social network la sua odissea investigativa e ha condiviso una teoria che ha catturato l’attenzione di molti esperti di sicurezza del mondo. Il malware sarebbe trasmesso anche da drive USB per infettare i livelli più bassi di hardware, con la possibilità di indirizzare gli Input/Output di un computer tramite BIOS. Il malware può attaccare una vasta gamma di piattaforme tra cui Mac OS X, sfuggire alle comuni forme di rilevazione e sopravvivere alla maggior parte dei tentativi per sradicarlo.

L’era della minaccia persistente avanzata, che arriva anche da USB

Antivirus Mac comparativa

Per la maggior parte degli ultimi tre anni Ruiu ha lottato contro il malware denominato badBIOS, ma il suo meccanismo di infezione è rimasto a lungo un mistero. Un mese fa, dopo l’acquisto di un nuovo computer, si accorse che era stato quasi immediatamente infettato appena aveva inserito una delle sue chiavette nella USB. Ben presto ha così teorizzato che i computer infetti hanno la capacità di contaminare i dispositivi USB e viceversa.
Il sospetto adesso è che c’è ci sia sorta di buffer overflow nel modo in cui il BIOS sta leggendo la stessa unità, e così il malware riesce a riprogrammare il controller flash del BIOS.
Lui non sa ancora se è stata una chiavetta USB l’innesco del’linfezione iniziale per il suo MacBook Air, tre anni fa, o se i dispositivi USB sono stati infettati solo dopo essere entrati in contatto con le macchine contaminate. Ha detto però che è stato in grado di identificare una serie di chiavette USB che infettano qualsiasi computer a cui sono collegate. Alla conferenza PacSec del prossimo mese, Ruiu ha detto che prevede di ottenere l’accesso a costosi hardware di analisi USB e spera di fornire nuovi indizi sul misterioso, per ora, meccanismo di infezione.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Il forum di MacRumors violato dagli hacker: a rischio oltre 800mila password

La scorsa settimana, mercoledì 11 novembre, il famoso forum in inglese MacRumorsè stato attaccato dagli hackers che sarebbero risuciti a trafugare ben  860mila password degli account del sito.

Antivirus Mac comparativa

Per gli iscritti il consiglio è quindi modificare la password di MacRumors immediatamente! E naturalmentem ricordare di utilizzare password univoche per ogni sito web, come precauzione di sicurezza.
Gli utenti che hanno un account sul sito devono essere accorti su eventuali tentativi di phishing, in quanto i loro nomi utente e indirizzi e-mail sono stati  esposti.

La tecnica utilizzata è stata quella di violare preliminarmente l’account privilegiato di un amministratore del sito, in questo modo è stato poi mandato un messaggio fasullo di problemi sul server a tutti gl ialtri account di amministrazione e poi ad accedere in modo completo all’ambiente vBulletin che gestisce il forum. “Non siamo sicuri di come è stata ottenuta la password del primo moderatore, e stiamo cercando di vedere se ci fosse un altro exploit, ma non vi è ancora stata alcuna prova di esso”, afferma Arnold Kim il direttore editoriale del sito. Sembra che i file di log esaminati indichino che l’intruso ha tentato di accedere al database delle password. In questa fase iniziale, non vi sono indicazioni che le password, circolino online. Inoltre non c’è traccia che gli hacker siano stati in grado di accedere ad altri dati rispetto a quelli appartenente ai Forum di utilizzo.

Alcuni titolari di account su MacRumors hanno segnalato possibili azioni su altri account in altri siti, anche se in questa fase iniziale è impossibile sapere se questi sono legati alla violazione della sicurezza su MacRumors.

Kim ha confrontato questo attacco con quello che ha colpito il forum di Ubuntu a luglio. La violazione Ubuntu ha esposto i dati della password crittografica per circa 1,8 milioni di utenti. Come il forum di Ubuntu, anche MacRumors usava l’algoritmo MD5, insieme a una chaive crittografica per convertire le password in chiaro in un hash unidirezionale.

Ci sono due pericoli quando gli hacker entrano in possesso di password di account:

Antivirus Mac comparativa

1) Gli hacker possono accedere al sito web di origine e possono fingere di essere te e scrivere post a tuo nome, anche diffamatori, inoltre possono naturalmente cambiare la password e impedirti futuri accessi al forum.

2) Se avete commesso l’errore di usare la stessa ID (nome utente) e password su diversi siti web, gli hacker possono entrare e creare disastro su più siti con facilità.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Email di phishing agli utenti che devono fare l’upgrade a Mavericks

L’atteso rilascio dell’upgrade gratuito Mavericks, fa arrivare la versione di OS X alla 10.9, ma è stata un’occasione per truffatori e spammer per tentare di approfittare della migrazione di massa per cercare di colpire. Le e-mail fraudolente di phising sono già iniziate, molti utenti hanno ricevuto nei giorni scorsi una mail sul loro account personale con un avviso fasullo. Il soggetto avvertiva che “il tuo ID Apple è stato congelato temporaneamente”, mentre il testo in un linguaggio per lo più grammaticalmente corretto affermava che si era tentato di accedere al tuo account più volte da luoghi diversi e che si era superato il limite consentito per i tempi di accesso, per questo motivo il tuo account è stato bloccato.

Antivirus Mac comparativa

Esempio di mail che sembra provenire dalla Apple ma è in realtà una truffa

Anche se, a prima vista la email potrebbe sembrare essere legittima, ci sono diversi indizi che rivelano la sua vera natura. Per esempio a differenza di notifiche Apple genuine,  non chiama i destinatari con il loro nome. La mail era indirizzata a un indistinto “Gentile cliente”, questa formula di saluto generico è uno dei segni distintivi di una truffa di phishing. Spesso, ma non sempre queste mail sono mal scritte, ma in certi casi possono cercare di copiare lo stile di mail formali cercando di far cadere in trappola gli utenti. Inoltre, e questo è il maggior controll oche dobbiamo fare, il link presente nel messaggio non punta a un dominio di Apple, ma a siti tailandese e indonesiani!
Se vi imbattete in tali messaggi di posta elettronica, è possibile segnalarli ad Apple inoltrandoli a [email protected]. I truffatori cercheranno di carpire dati personali soprattutto finanziari, quindi come sempre attenti e non navigate distratti, potrebbe costarvi molto caro cliccare inavvertitamente su un link sospetto!

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Antivirus Mac comparativa

Il malware invisibile e criptato

Nel settore della sicurezza su Mac sta facendo discutere il post del blog Cerbero, che ha riportato una tecnica che potrebbe essere utilizzata per creare quello che alcuni chiamano il malware “invisibile”. Questa tecnica non rappresenta un vero problema per l’industria che produce gli antivirus. Tuttavia è importante capire il contesto completo di come Mac OS X si può protegge dal malware.

Antivirus Mac comparativa

Il trucco segnalato comporta la crittografia dei file eseguibili, che è supportato direttamente da Mac OS X,  il ragionamento è che un eseguibile criptato sembra molto diverso dalla sua versione in chiaro. Quindi si potrebbe prendere qualche malware esistente, che è già stato rilevato dai software antivirus (tra cui la tecnologia XProtect di Apple) e crittografare il file eseguibile. Questo potrebbe mascherare la firma del malware, facendolo passare inosservato alla maggior parte dei programmi antivirus.

Questo è un problema serio, e dovrà essere esaminato da tutti nel settore della sicurezza per Mac, perchè questo rischia di essere un altro di quei trucchi che gli hacker utilizzano per rallentare (ma non completamente prevenire) il rilevamento del loro malware.

Tuttavia è importante rendersi conto che, criptati o meno, vi è una barriera molto significativa che il malware deve prima superare su versioni recenti di Mac OS X: Gatekeeper. Perché Gatekeeper impedisce alle applicazioni non firmate di attivarsi, a meno che l’utente ignori del tutto questo funzione di sicurezza e la disattivi. Alcuni hacker però sanno sicuramente usare il trucco della firma del malware con un ID sviluppatore valido, come è già successo in alcuni casi. Tuttavia vi è un costo per ottenere un ID sviluppatore, che renderà un hacker riluttante a usare questo sistema. Dopo tutto, una volta che Apple viene a conoscenza di un ID sviluppatore utilizzato in modo fraudolento, disabilita l’ID e nel processo terminano tutte le applicazioni create da tale sviluppatore.

Gatekeeper non è perfetto, e in futuro ci sarà probabilmente preoccuparsi di cose come le credenziali di sviluppatore rubate, e i malware con distribuzione molto limitata e strettamente mirati. Gli eseguibili criptati potrebbero facilmente adattarsi a queste tecniche come metodo di offuscamento supplementare. Ma il malware criptato non dovrebbe comunque destare grande preoccupazione per chi utilizza Gatekeeper come suggerito.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Antivirus Mac comparativa

Download MacKeeperDownload MacKeeper

I ricatti sul browser arrivano anche su Mac

Per anni gli utenti di Windows sono stati afflitti da ransomware che ricattano gli utenti chiedendo diverse centinaia di euro per sbloccare i loro computer. Spesso questo capita quando si è finiti su siti di download illegale o legati al mondo del porno, in questi casi si tenta un’estorsione ai danni degli incauti navigatori cercando di obbligarli a pagare facendo leva su una possibile denuncia penale.
Alcune volte il malware si identifica come “polizia postale” cercando di rendersi più credibile e minaccioso.

Antivirus Mac comparativa

Ma da qualche tempo gli hacker sanno che c’è un crescente mercato di consumatori di Apple che, per la maggior parte, si sentono abbastanza sicuri per la navigazione su Internet su un computer Mac senza bisogno di alcun prodotto di sicurezza.

Questi cyber criminali, hanno da poco creato un ransomware anche per Mac OS X, come riportato dal blog del noto sito Malwarebytes, non utilizzando qualche exploit complicato ma sfruttando il browser e la sua funzione ripristino da crash.
La pagina di ransomware viene fuori in particolare per la ricerca di parole chiave popolari e con URL simili a siti famosi e causano il blocco del browser web, mandando in panico l’utente, che anche riavviando Safari verrà sempre riportato alla pagina del ricatto. In alcuni casi può bastare resettare le preferenze del browser ma in molti altri ciò non è sufficiente per poter riprendere la navigazione.

Secondo Malwarebytes, negli Stati Uniti le avvertenze appaiono essere dall’FBI che intima di stare visualizzando siti vietati e per sbloccare il computer ed evitare altre conseguenze legali, si è “obbligati” a pagare una tassa  di 300 dollari.

Ecco un esempio di pagina ransomware che richiede sulla destra l’inserimento di un codice di sblocco ottenibile dietro pagamento.


Piuttosto che un sofisticato dirottamento del browser o l’installazione di un trojan, il ransomware è una semplice pagina web che utilizzando JavaScript per un iframe che richiede la conferma. Gli hacker sperano che gli utenti pagaranno il riscatto per poter usare di nuovo il browser. Infatti una caratteristica su Safari è che riapre le finestre precedentemente aperte, e ciò significa che gli utenti in genere non possono semplicemente chiudere e riaprire Safari per sfuggire al ransomware.

Antivirus Mac comparativa

Un metodo per sfuggire al ransomware si ha con il ripristino di Safari: è sufficiente tenere premuto il tasto Shift mentre si fa partire Safari, questo gli impedirà di riaprire le finestre e le schede della sessione precedente. Gli utenti possono anche disattivare completamente la funzione di riapertura presente in OS X dal pannello Generale delle Preferenze di Sistema.

Se a prima vista può sembrare strano che qualcuno paghi per questi ricatti, gli hacker puntano sui grandi numeri, convogliando traffico sulle pagine trappola, bastano anche lo 0,01% degli utenti per riuscire a crearsi un guadagno importante a danno delle persone più inesperte.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

5 consigli per la sicurezza del tuo Mac

Hai comprato un nuovo Mac e ora ti chiedi come renderlo più sicuro? Ci sono diverse cose che si possono fare per proteggere il tuo Mac da virus e hacker.

Antivirus Mac comparativa

1) Scarica tutti gli aggiornamenti software disponibili . Questo sembra un gioco da ragazzi, ma alcuni utenti Mac dimenticano di scaricare gli aggiornamenti più recenti. È anche possibile impostare il computer per scaricare automaticamente i nuovi aggiornamenti. Apple rilascia molti programmi che risolvono bug nelle applicazioni di iLife e in Mac OS X. I più importanti di questi aggiornamenti sono quelli  di sicurezza.

2) Fare attenzione a ciò che scaricate. Sempre più persone usano i programmi P2P
ma  fate attenzione quando non si conosce da dove vengono i file, alcuni potrebbero avere dei codici maligni. In questo caso è indispensabile avere un antivirus aggiornato altrimenti è quasi certo che prima o poi il vostro Mac sarà infettato perchè alcuni utenti dei sistemi di file sharing usano questi canali per diffondere i malware.
3) Scegli il migliore e più sicuro browser Internet. Safari è fornito di serie su tutti i nuovi Mac, tuttavia, alcuni dicono che Safari non è così sicuro dagli attacchi degli hacker come altri browser. È possibile scaricare Internet Explorer  per Mac, ma ancora una volta, alcuni credono che questo browser non sia così sicuro. Mozilla Firefox è forse ad oggi il browser più sicuro da utilizzare per le sue caratteristiche personalizzabili. Firefox è disponibile per il download anche per il Mac.
4) Non abbiate paura di acquistare software antivirus. Se scaricate file da internet per lavoro o per hobby, allora è probabilmente una buona idea avere un qualche tipo di software anti-virus installato sul vostro Macintosh. Provate Mackeeper!
5) Infine mantenere un occhio sugli allegati e-mail e dei programmi di chat online. Non cliccare su link senza sapere di cosa si tratta in primo luogo, la maggior parte dei provider di posta elettronica utilizzano scansioni antivirus automatiche, ma si dovrebbe sempre essere molto attenti quando si scarica un allegato. Se si tratta di qualcuno che non conosci, non fidarti.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Test comparazione antivirus per Mac agosto 2013

Sono stati da pochi giorni comparati, dal laboratorio indipendente di Av Comparatives i migliori 8 antivirus per Mac Os X.

Antivirus Mac comparativa

I software antivirus testati sono stati:

MacKeeper 2.5.1 della Kromtech
AVIRA Free Mac Security 10.0.0.64
ESET Cyber Security Pro 5.0.110
F-Secure Anti-Virus for Mac B12533.C740
Intego Mac Premium Bundle 10.7.5
Kaspersky Security for Mac 14.0.0.177
Quick Heal Total Security for Mac 1.0
Sophos Anti-Virus for Mac Home Edition 8.0.15

I test sono stati eseguiti sulla versione Mountain Lion.

Uno dei punti di forza dei test di AV Comparative è che definiscono la loro procedura di prova e la seguono per tutti i prodotti.  Chiaramente il malware fatto apposta per Mac costituisce ancora una piccola parte del totale, anche se negli ultimi anni è aumentato, per cui sarebbe un errore ignorare il potenziale pericolo.

I test non rivelano molte differenze fra gli antivirus nella capacità di intercettare il malware, AV-Comparatives ha usato 20 diversi ceppi e tipi di malware per effettuare il test, che rappresentano una parte sostanziale di tutto il malware Mac attivo nella prima metà del 2013. Tutti i prodotti tranne Quick Heal Total Security hanno rilevato tutti i campioni di malware sottoposti.

Antivirus Mac comparativa

Il test per complettezza ha anche testato il rilevamento di malware di Windows utilizzando un set di circa 500 campioni di malware molto diffusi. AVIRA, MacKeeper, ESET, Kaspersky, Quick Heal e Sophos hanno rilevato tutti gli esempi di virus, mentre F-Secure e Intego solo alcuni dei campioni anche perchè F-Secure dichiara solo limitate capacità anti-malware Windows nel loro prodotto per Mac.

Nella loro sintesi a conclusione , AV-Comparatives elenca i punti di forza per tutti i prodotti, e le caratteristiche, anche delle eventuali funzioni utility non direttamente, è il caso per esempio di MacKeeper della Kromtech  che abbiamo recensito, che ha molte altre funzioni che ne fanno una suite completa che può sostituire diversi prodotti software diversi.

La pagina completa con i test e le caratteristiche di sicurezza e scansione di tutti i software elencati è questa:
http://www.av-comparatives.org/wp-content/uploads/2013/08/mac_review_2013_en.pdf

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Attenti alle estensioni dei file su Mac

Gli autori di malware hanno trovato un nuovo modo per ingannare gli ignari utenti Mac e infettare così i loro sistemi. Alterando le estensioni dei file in modo che le loro applicazioni malevole sembrino essere innocui file PDF o file DOC. C’è una sorpresa, però, le estensioni devono essere inserite al contrario.
OS X normalmente non permette che i file .app siano cambiati in questo modo, se il sistema si accorge di un cambiamento, aggiunge automaticamente l’estensione .app di nuovo alla fine, rivelando così il tentativo di frode. Come fanno i cattivi a oltrepassare questo sistema? Utilizzando la codifica da destra a sinistra.

Antivirus Mac comparativa

E ‘abbastanza semplice da fare usando la X Viewer, una volta che l’estensione di un file eseguibile è stata invertita, il Finder la mostrerà come qualsiasi estensione pensando che sia originale. Ma mentre potrebbe apparire come un .PDF nel Finder, il sistema operativo la riconosce ancora come un eseguibile. Quando un utente tenta di aprirlo, il malware crea sorgenti del programma di installazione.
Normalmente, OS X ha ancora un modo per prevenire questo tipo di attacco. Le impostazioni del gatekeeper consentono agli utenti di specificare che solo gli eseguibili forniti dal Mac App Store o le apps firmate con un documento di identità valido per sviluppatori di Apple possono essere installate. Quindi come fa un autore di malware ad eludere anche questo controllo? Con la firma del file con un ID dev valida, ovviamente.

Esporsi a rischi di questo tipo, dipende dal modo di utilizzo del computer, quindi occorre stare lontano da siti sospetti che offrono cose troppo belle per essere vere ovviamente in download, come una versione gratuita completa di un programma costoso, e così si evitano infezioni da malware.
Purtroppo non tutti gli utenti Mac nel 2013 sono consci di questi rischi, ci sono quelli che credono che il loro sistema Apple sia ancora inviolabile, e che essi possono navigare e fare clic e installare senza problemi. Gli autori di malware lo sanno, e stanno trovando nuovi modi intelligenti per capitalizzare tale comportamento poco accorto.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Come capire se hai preso un virus sul Mac

Questa guida nasce dall’esigenza di provare a capire quali sono i sintomi, veri o presenti della possibile infezione con Malware Macintosh, e vi aiuterà a determinare se dovete o no preoccuparvi.

Antivirus Mac comparativa

Se pensi di avere un malware, probabilmente hai qualche tipo di ragione per pensarlo e navigare attraverso le descrizioni dei sintomi può aiutare a chiarire le idee. Se dopo aver letto questo articolo, pensi di avere un malware sul Mac, utilizza uno scanner antivirus, se un buon scanner antivirus non produce niente, probabilmente non siete infettati ed i vostri problemi sono altrove.

Il mio computer si blocca o è lento
Forse la ragione più frequente per cui le persone pensano essere un sintomo di malware o virus. Ci sono molte ragioni per un arresto anomalo del computer o per una eccessiva lentezza, e il malware non è sempre tra queste. Purtroppo una discussione sulle possibili correzioni sarebbe al di fuori del campo di questo documento. Prova a visitare un forum  dove è possibile ottenere aiuto da altri utenti. Se continui comuque ad avere dei dubbi fai la scansione antivirus.

Qualcuno sta inviando messaggi dal mio indirizzo e-mail
Ci sono tre possibili spiegazioni per questo. In primo luogo, potrebbe essere proprio uno spammer che invia e-mail con il vostro indirizzo. Gli spammer spesso fanno questo genere di cose e di solito fanno si che l’e-mail appaia come se provenisse da qualcuno che si conosce. Purtroppo se è questo che sta succedendo, non c’è molto da fare a riguardo, in quanto di solito sono molto difficili da rintracciare.
La seconda possibilità è che lo spammer abbia violato il tuo account di posta elettronica e invio le mail da tale account. Questo è un evento abbastanza comune in questi giorni con i server di posta elettronica che hanno un alto numero di utenti inesperti: come Yahoo, Hotmail e GMail. In generale gli utenti meno esperti avranno password deboli e quindi i loro account saranno più facilmente violati. Si possono visualizzare i messaggi inviati dalla tua casella di posta inviata, ma gli hacker responsabili possono rimuoverli senza lasciare traccia! La soluzione in questo caso è quella di cambiare immediatamente la password rendendola più sicura.
Purtroppo la modifica della password potrebbe non essere sempre sufficiente. Alcuni server di posta forniscono caratteristiche che permettono ad un hacker di lasciare loro una backdoor, in modo che possano tornare anche dopo aver cambiato la password. Un esempio importante è l’e-mail delegazione di GMail che può consentire a un hacker di leggere, inviare e cancellare messaggi a vostro nome. Assicuratevi di controllare le impostazioni del server di posta seguendo le linee guida dei provider di posta per la sicurezza.
La terza è  la possibilità che ci sia del malware sul computer. In questo caso eseguite la scansione completa dell’hard disk.
Parole a caso su siti web sono sottolineate e causano annunci pop-up quando si passa il mouse sopra
Se questo problema accade solo con alcuni siti specifici, è solo il modo in cui funziona il sito guadagnando dalla pubblicità. Alcuni siti lo fanno normalmente. Se succede con tutti i siti è probabile che sia stato installato un qualche tipo di software sgradevole comunemente indicato come adware. Probabilmente è stato installato come parte di qualche altro software. Il difficile è capire di cosa si tratta una volta che è installato.
Continuo ad avere siti web che si aprono da soli, e penso di avere un  virus
Questi sono i classici sintomi dei trojan scaricati da siti web malevoli. Quindi è necessario rimuoverli immediatamente con un programma antivirus.
Il mouse continua a muoversi in giro per conto suo, come se qualcuno stesse controllando in remoto il mio Mac
Che ci crediate o no, questo tipo di comportamento quasi mai è causato da malware. Infatti, i malware di nuova generazione fanno del loro meglio per essere subdoli, in modo che possano fare il loro sporco lavoro di raccolta di informazioni, senza preavviso. Allora qual è il problema? Se si sta utilizzando un trackpad, la risposta potrebbe essere semplice come lo sporco o un alimentatore di terze parti difettoso.
Se si sta utilizzando un trackpad wireless, si potrebbero avere problemi di interferenza di segnale, problemi di batteria bassa o problemi causati da un dispositivo difettoso.
Safari continua a bloccarsi , lamentando un errore con un plugin
Le probabilità di aver contratto un malware sono molto alte, ad esempio con il Flashback.  Si noti, però, che oggigiorno il virus Flashback dovrebbe essersi estinto.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Anche i Mac prendono virus? scopri la risposta qui

Cosa stai facendo per proteggere il tuo Mac da virus e malware?

Antivirus Mac comparativa

Questa può essere una domanda tipo da porre ad un acquirente di un nuovo portatile Mac Air o un MacBook, eccitati dal loro nuovo gioiellino… quando si chiede che cosa si sta usando come software antivirus, ancora molti utenti medi di Mac sgranano gli occhi e rispondono come 10 anni fa: “Niente! i MAC non prendono i virus”.

Purtroppo da alcuni anni le cose non stanno più così. Anche i più scettici possono leggere gli ultimi post in TechSpot o sull’Huffington Post, e molte altre pubblicazioni specialistiche come Mac Wolrd.  Questo perchè gli hacker sono interessati ad influenzare il maggior numero di bersagli possibili.

Ecco alcuni miti che ancora circolano in rete:

1) Il sistema operativo MAC OSX  è costruito in modo diverso rispetto al sistema operativo Windows, non condivide un registro comune e la struttura dei file MAC è diversa, il che significa che il tipo di malware per Windows non sono esportabili su MAC, ma questo non significa che essi siano immuni e totalmente sicuri.
2) Il punto due è il semplice fatto ci sono molti meno Mac rispetto ai PC che ancora superano di gran lunga il numero di sistemi MAC in uso, ma i computer apple stanno guadagnando quote di mercato e diventano più appetibili per gli hacker professionisti.L’ unico modo per garantire che il vostro computer non potrà mai ottenere un virus è quello di non collegarlo al Internet e spegnerlo, a parte questo scherzo, è necessario  ottenere un programma antivirus di qualità installato sulla vostra macchina, e tenerlo aggiornato regolarmente. Proteggi te stesso prima che sia troppo tardi.
Se vuoi approfindire l’argomento qui trovi molte risposte ai tuoi dubbi sui virus e malware sul Mac.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Antivirus Mac comparativa

Vuoi un Macbook più sicuro? ecco i consigli

E’ potente, lucido, e tutti ne vogliono uno, anche ladri e hacker! Il MacBook contiene il tuo mondo: file di lavoro, musica, foto, video, e un sacco di altre cose a cui tieni, ma è al sicuro e protetto? Diamo un’occhiata ad alcuni suggerimenti per la sicurezza da utilizzare per rendere il vostro MacBook più sicuro e impenetrabile!

Antivirus Mac comparativa

Attiva le caratteristiche di sicurezza del MacBook

Il sistema operativo OS X, ha alcune caratteristiche di sicurezza che sono disponibili per l’utente. Il problema principale è che di solito non sono attivate per impostazione predefinita. Gli utenti devono quindi attivare queste funzioni di sicurezza per conto proprio. Qui ci sono le impostazioni di base che è necessario configurare per rendere il vostro MacBook più sicuro:

Se vuoi davvere rendere più sicuro il tuo Mac
scegli il miglior antivirus!!!

Disabilitare il login automatico e impostare una password del sistema
Mentre è comodo non dover inserire la password ogni volta che si avvia il computer, o quando il salvaschermo entra in gioco, può essere pericoloso come lasciare la porta di casa aperta. Con un clic su una casella di controllo e la creazione di una password è possibile attivare questa funzione e mettere un altro blocco. Ma se il MacBook è appena stato rubato e si mette una password per l’account i dati sono al sicuro giusto? non proprio…
La maggior parte dei ladri di dati saprà titare fuori il disco rigido del MacBook e collegarlo a un altro computer utilizzando una porta IDE/SATA o USB. Il loro computer leggerà il disco del MacBook come qualsiasi altro DVD o un’unità USB collegato a esso. Quindi non avranno bisogno di un account o di una password per accedere ai vostri dati, perché hanno bypassato il sistema di protezione dei file. Essi hanno ora accesso diretto ai file, indipendentemente da chi è loggato.

Il modo più semplice per evitare questo è di attivare la crittografia dei file utilizzando lo strumento di FileVault di OSX. FileVault codifica e decodifica i file associati con il tuo profilo  usando una password impostata. Sembra complicato, ma tutto avviene in background mentre si lavora. Nel frattempo, i vostri dati vengono protetti e resi illeggibili e inutili per i ladri.
Per una crittografia del disco con funzionalità avanzate, esiste il programma TrueCrypt open source gratuito.

Attivare il Firewall

Antivirus Mac comparativa

Il Firewall di Os X saprà contrastare i tentativi degli hacker di entrare nel vostro MacBook da Internet ed è facile da installare. Una volta abilitato, il firewall blocca le connessioni di rete sospette in entrata e regola il traffico in uscita. I programmi devono chiedere il permesso (attraverso una finestra pop up) prima di tentare una connessione in uscita. È possibile concedere o negare l’accesso su base temporanea o permanente.
Tutte le caratteristiche di sicurezza a cui si può accedere si hanno facendo clic sull’icona di sicurezza nella finestra Preferenze di sistema del sistema operativo.

Installare le patch

Gli hacker cercano spesso di trovare un punto debole e sviluppare un exploit in diverse applicazioni, dopo lo sviluppatore dell’applicazione cerca di risolvere la vulnerabilità e rilascia una patch per risolvere il problema. Gli utenti installano la patch e tutto comincia di nuovo.

Mac OS X controlla automaticamente la disponibilità di aggiornamenti software di marca Apple su base regolare che spesso richiede di scaricare e installare. Molti pacchetti software di terze parti come ad esempio Microsoft Office hanno la loro app di aggiornamento che controllerà periodicamente per vedere se ci sono patch disponibili . Altre applicazioni hanno un “Check for Updates” spesso manuale. E ‘una buona idea eseguire o programmare un aggiornamento almeno una volta alla settimana per le applicazioni più utilizzate in modo di non esssere vulnerabile a exploit basati su software.
Agganciarlo
Se qualcuno vuole rubare il computer  il vostro obiettivo dovrebbe essere quello di rendere il più difficile possibile per un ladro rubare il vostro MacBook.
Il Kensington Lock è un dispositivo di sicurezza per collegare fisicamente il vostro computer portatile con un loop di cavi d’acciaio a un grande mobile o qualche altro oggetto che non può essere spostato facilmente. Tutti i MacBook hanno uno slot di sicurezza Kensignton, noto anche come un K- Slot. Sui MacBook più recenti, il K-Slot si trova a destra del jack delle cuffie sul lato sinistro del dispositivo. La cosa importante è che il blocco possa dissuadere il furto casuale di un aspirante ladro magari in biblioteca o in un altro locale pubblico.
Proteggere il Mac al massimo
Se prendete veramente sul serio la sicurezza e avete voglia di scavare fino in profondità le impostazioni per assicurarsi che la sicurezza del vostro Mac sia al massimo, potete navigare sul sito web di supporto Apple e scaricare le guide di configurazione OS X sulla sicurezza.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper

Una serie di aggiornamenti critici per il tuo Mac

La Apple ha rilasciato la settimana scorsa una nuova versione del suo sistema operativo Mountain Lion la 10.8.4 . Questo aggiornamento include diverse correzioni di bug e migliora la sicurezza di Mac OS X. In dotazione con Mac OS X 10.8.4 sono Safari 6.0.5 e il Security Update 2013-002, in entrambi è stata migliorata la sicurezza. Il Security Update 2013-002 è spedito insieme all’aggiornamento software per Safari 6.0.5. L’aggiornamento di sicurezza 2013-002 è disponibile anche per OS X Snow Leopard.

Antivirus Mac comparativa

Incoraggiamo vivamente tutti gli utenti Mac a scaricare ed installare tutti gli aggiornamenti di sicurezza il più presto possibile perchè si tratta di un livello essenziale di sicurezza per mantenere la vostra vita digitale più sicura. È possibile aggiornare tramite lo strumento di Aggiornamento Software di Apple, scegliendo il menu Apple> Aggiornamento Software quando si è pronti per l’installazione.

Safari 6.05

Apple ha anche aggiornato il browser Safari alla versione 6.0.5 con vari fix per difetti multipli, migliorando la stabilità di alcuni siti web con funzioni di chat e giochi, e contiene correzioni di sicurezza per un certo numero di WebKit tra cui problemi di corruzione della memoria e problemi di cross-site scripting; è disponibile per OS X Lion v10.7.5 , OS X Lion Server v10.7.5 , e OS X Mountain Lion v10.8.3 e OS X Mountain Lion v10.8.4.

Firefox 21

La Mozilla Foundation ha rilasciato Firefox 21 per Mac OS X con le correzioni per otto vulnerabilità (3 critiche, 4 alte e 1 moderata). Mozilla Firefox 21 risolve tre vulnerabilità critiche, che la società identifica come difetti che possono essere utilizzati per eseguire codice attaccante e installare software sui computer colpiti, che non richiede interazione da parte dell’utente oltre la normale navigazione web.
Alcuni dei problemi risolti nel software di aggiornamento di Firefox sono potenzialmente sfruttabili, consentendo l’esecuzione di codice remoto da parte di hacker professionisti. Pertanto, si consiglia vivamente a tutti gli utenti di Firefox di applicare questi aggiornamenti il più presto possibile.

Antivirus Mac comparativa

Flash player

La Adobe ha rilasciato le nuove versioni di Adobe Flash Player, Reader e Acrobat per le piattaforme Macintosh, Linux e Windows. Questi aggiornamenti software risolvono un combinato di ben 40 bug , con 13 difetti risolti in Adobe Flash e 27 risolti in Adobe Reader e Acrobat. L’aggiornamento di Adobe Flash risolve il problema della vulnerabilità di memoria che potrebbe provocare l’esecuzione di codice malware. Le versioni appena rilasciate di Flash Player sono la 11.7.700.202 per Macintosh  e Adobe Flash Player 11.2.202.285 per Linux.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeperDownload MacKeeper