51 search results for "safari"

Guida al ripristino di Safari

Safari ti si è bloccato e non riesci più a utilizzarlo? Quando tenti di avviarlo Safari crasha e non riesci a utilizzarlo per navigare? Si avvia ma si chiude subito senza motivo? questo può essere successo per diverse ragioni proviamo a capire il perchè e come fare a farlo funzionare nuovamente!

Antivirus Mac comparativa

Come mai Safari è bloccato?

I motivi possono essere principalmente questi:

  1. Plugin malevoli installati da siti sospetti oppure versioni di Flash o Java fasulle
  2. Siti Internet pericolosi contenenti malware o exploit
  3. Virus che prendono il controllo del browser
  4. problemi sotfware di varia natura, qui occorre reinstallare Safari
  5. altri consigli se i problemi persistono

1) Come Ripristinare Safari se un plugin dà problemi

Supponiamo che sia proprio Adobe Flash il plug-in problematico, perchè è il più preso di mira dagli hacker, come abbiamo sottolineato più volte.
Flash è un bersaglio perchè richiede spesso l’aggiornamento (e spesso si trova nell’elenco dei blocchi di plug-in del browser Safari).
Tuttavia i consigli per l’aggiornamento di Flash si applicano anche ad altri plug-in. L’aggiornamento di un plug-in è il primo punto per risolvere questo problema.

Secondo Apple: ‘Se stai usando una versione obsoleta del plug-in Adobe Flash Player, puoi vedere il messaggio “Plug-in bloccato”, “Flash Security Alert” o “Flash Out-of-date “quando si tenta di visualizzare contenuti Flash in Safari.
Adobe rilascia spesso aggiornamenti di Flash ma occorre fare attenzione ai tanti siti che propongono aggiornamenti fasulli di Flash che possono compromettere Safari e la sicurezza del Mac.

Safari in genere ti avvisa di un nuovo download plug-in Flash, se visualizzi l’errore Flash non aggiornato in una pagina web, attenersi alla seguente procedura:
Fai clic sulla freccia a destra dell’icona Flash non aggiornata.
Fare clic su Scarica flash in Adobe Flash Player è una finestra di avviso non aggiornata. Aprire il file Install_Flash_Player nella cartella Download.
Seleziona la casella di controllo “Ho letto e accetto i termini dell’accordo di licenza per Flash Player” e fai clic su Installa.
Inserisci la tua password amministratore e fai clic su OK.
Se il browser è aperto, verrà visualizzata una finestra di avviso.  Chiudere tutti i browser Web aperti (inclusi Safari) e fare clic su Riprova.
L’ultima versione di Adobe Flash verrà ora installata sul tuo Mac e il messaggio plug-in bloccato dovrebbe scomparire.
Se vuoi aggiornare il Flash player leggi la nostra guida dettagliata

Bloccare le estensioni che danno problemi

Antivirus Mac comparativa

Se invece i problle continuano è probabile che tu abbia installato un plugin malevolo, per vedere la lista delle estensioni presenti in Safari vai su Preferenze dal menu Safari e scegli la scheda corrispondente.
Se vedi plugin sospetti o che non sapevi di avere prova a bloccarli e vedi se i problemi si risolvono.

2) Navigazione su un sito che blocca Safari

Mentre se stai visualizzando la notifica “Il tuo browser è stato bloccato per motivi di sicurezza” in Safari, Firefox o Chrome, sei stato reindirizzato a una pagina web che contiene un codice javascript dannoso. Il messaggio “Il tuo browser è stato bloccato” è fondamentalmente solo una pagina web che non consente di chiudere la finestra del browser o di passare a una pagina web diversa.

Prima opzione
Per rimuovere questo seccante avvisto procediamo così per resettare Safari, andiamo sul menu Safari e facciamo click su Reset come in questa immagine:

e nella finestra seguente (a destra), con tutte le caselle selezionate clicchiamo nuovamente sul pulsante Reset.

Seconda opzione
Premere Command + Option + Escape contemporaneamente, in questo modo si apre la finestra che forza le applicazioni a chiudersi.

Selezioniamo Safari, Chrome, Firefox o qualsiasi che si è stato bloccato e clicchiamo il pulsante Uscita forzata, presente in basso a destra.
In alcuni casi se non è possibile effettuare l’oeprazione, premiamo Command + Option + Shift + Esc per tre secondi per forzare OS X a chiudere in ogni caso.
Il tuo browser dovrebbe essere chiuso adesso. Apri nuovamente il browser web, quindi chiudi rapidamente nuovamente utilizzando il pulsante nell’angolo del browser.
Ora dovresti essere in grado di aprire il tuo browser senza visualizzare il pop-up dannoso. Come ultimo passo, deselezionare il browser “History”.

Terza opzione
Fai clic su Safari nel menu del browser, situato nella parte superiore dello schermo. Quando viene visualizzato il menu a discesa, selezionare la scritta Preferenze, è possibile utilizzare la seguente scorciatoia da tastiera in sostituzione della voce di menu di cui sopra: COMANDO (APPLE) + COMMA.
Si aprirà una finestra delle Preferenze, facciamo click sulla scheda Sicurezza.

Vedrai un’opzione intitolata Abilita JavaScript, per impostazione predefinita, questa opzione è selezionata e quindi attiva. Per disattivare JavaScript, deseleziona la casella appropriata. Allora dovresti essere in grado di chiudere il tuo browser bloccato, e poi in un secondo momento riattivare Javascritp che è un componente importante per la navigazione Internet.

3) Problemi con virus e malware

Sono i problemi a cui spesso un utente Mac non pensa, ma se non hai installato un antivirus sempre attivo (qui la nostra comparativa dei migliori) la possibilità di incappare in qualcosa di più di problemi ai plugin potrebbe essere l’origine dei problemi del browser.
In questo caso segui la nostra guida completa e fai una scansione con l’antivirus consigliato.

4) come reinstallare Safari

Se Safari non si apre, crasha spesso o si blocca, e non pensi sia dovuto ai problemi descritti sora, potrebbe trattarsi di file corrotti o di un aggiornamento adanto male che causa malfunzionamenti a Safari.
il consiglio è quello di disinstallare il programma manualmente oppure affidandosi a un programma come CleanMyMac che lo può fare automaticamente. Successivamente riavviamo il Msc OS X e installiamo nuovamente Safari avendo cura di fare il download dal sito ufficiale della Apple e non su siti di terze parti che potrebbero veicolare adware o plugin non voluti.

5) Guida per una pulizia del sistema collegato a Safari

Se i problemi continuano occorre allora una pulizia profonda del sistema che puoi fare in automatico con il valido pulitore MacBooster oppure a mano seguendo questa lista di operazioni che pulisno i file collegati a Safari (consigliato per utenti esperti):

a. Eliminare il file Caches.db
Chiudere tutte le finestre e chiudere tutte le applicazioni.
tenere premuto il tasto “opzione” e fare clic sul menu “Vai” nella barra dei menu del Finder. Seleziona “Libreria” dall’elenco a discesa.
Biblioteca> Cache> com.apple.Safari> Caches.db
Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file Caches.db e selezionare “Sposta nel cestino”. Chiudere le finestre e riaprire Safari.
B. Svuotar la Cache
Safari> Preferenze> Avanzate
Seleziona la casella per “Mostra menu Sviluppo nella barra dei menu”.
Il menu Sviluppo apparirà nella barra dei menu di Safari.
Fai clic su Sviluppo e seleziona “Cache vuote” dall’elenco a discesa.
C. Elimina i cookie
Safari> Preferenze> Privacy> Cookies e altri dati del sito web:
Fai clic sul pulsante “Dettagli”. Rimuovere tutti i cookie tranne quelli di   Apple, del provider di servizi IInternet.
D. Elimina il file safari .plist.
Chiudere tutte le applicazioni.
Opzione fare clic sul menu “Vai” nella barra dei menu del Finder.
Seleziona “Libreria” dal menu a discesa, com.apple.Safari.plist
Fai clic destro su di esso e seleziona “Spostalo nel cestino”.
Se questo non aiuta, “ripristina” il com.apple.Safari.plist
Fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona Cestino nel Dock e selezionare “Apri”.
Fare clic con il pulsante destro del mouse su com.apple.Safari.plist e selezionare “Indietro”.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Come aggiornare Safari

Safari è uno dei browser più utilizzati su Mac OS X, e sempre più spesso – come altri Browser – è preso di mira da vari tipi di malware e adware pubblicitari che possono rendere difficile la navigazinoe Internet. Fondamentale è quindi averlo sempre aggiornato all’ultima versione rilasciata dalla Apple, che si occupa anche di migliorarne la sicurezza.

Antivirus Mac comparativa

Il sistema operativo OS X cerca regolarmente e automaticamente di verificare la presenza di aggiornamenti di Safari (e qualsiasi altro software è stato installato tramite l’App Store) e richiede di installare gli aggiornamenti appena trovati, ma non sempre questa procedura è attiva o va a buon fine.

Safari Mac è inoltre il browser Web predefinito di iOS, quello che risulta preinstallato su iPhone, iPad e iPod Touch.

Come aggiornare Safari

Se vogliamo essere sicuri di avre l’ultima versione di Safari, dobbiamo controllare manulamente, è un’operazione semplice, si parte premendo il classico pulsante Mela sul menu in alto a sinistra, e poi premi App store dal menu a tendina.

Aperta la finestra premi sulla scritta aggiornamenti in alto a destra, in questo modo il sistema ricerca sul sito della Apple se sono presenti degli aggiornamenti, se successivamente nell’elenco mostrato in basso non c’è nessuna voce che parla di Safari vuol dire che il browser è già aggiornato e non c’è altro da fare!

Antivirus Mac comparativa

Se nell’elenco degli aggiornamenti disponibili appaiono una o più voci facenti riferimento a Safari premi sul pulsante Aggiorna collocato sulla destra, i file necessari verranno scaricati e poi installati automaticamente.

Alternativa per l’aggiornamento Safari

Un’altra modalità per verificare la disponibilità di aggiornamenti per il browser: pulsante il solito pulsante con la Mela…

scegliendo dal menu a tendina la voce Informazioni su questo Mac e premi poi sul pulsante Aggiornamento Software, presente nella finestra che si è aperta.

Aggiornamento automatico di Safari

Per evitare di dover tutte le volte controllare manualmente se sono stati rilasciati aggiornamenti, possiamo fare in modo che siano installati in automatico, visto che sono consigliati e necessari!
Per farlo basta attivare gli aggiornamenti automatici sul tuo Mac, premi quindi sull’icona Preferenze di Sistema presente sul dock o nella cartella Applicazioni, e poi nuovamente sulla scritta App Store.

Dalla finestra che si è aperta metti la spunta nella caselle con le seguenti voci:

Verifica aggiornamenti automaticamente
Scarica gli aggiornamenti disponibili in background

Installa aggiornamenti app
Installa i file dei dati di sistema e gli aggiornamenti di sicurezza.
Per confermare le scelte è sufficiente chiudere la finestra Preferenze di Sistema.

Ecco fatto! ora OS X si occuperà di agigornare Safari (e gli altri programmi) quando cio avverrà ci sarà una notifica nella parte in alto a destra della Scrivania del tuo Mac indicante la disponibilità di nuovi aggiornamenti, che sarà comunque possibile eventualmente rinviare (non consigliato).

Safari download

Se invece devi installare Safari perchè ha avuto dei problemi o hai un nuovo OSX, puoi trovare tutte le versioni del browser sul sito della Apple a questo indirizzo:
https://support.apple.com/it_IT/downloads/safari

Presta attenzione alla versione corretta per il tuo OSX, ad esempio Snow Leopard, Tiger o Leopard.

Per evitare problemi di virus e malware, è importante scaricare Safari dal sito ufficiale della Apple.

Inoltre occasionalmente la Apple rilascia aggiornamenti particolari,  che sono visualizzabili in questa pagina di download supporto: da cui si possono scaricare update standalone per il tuo Mac.

 

 

Come sbloccare Safari dallo scam Bankworm

Continuano tra gli utenti Mac, soprattutto americani, i problemi con il presento virus Bankworm.
Il problema si presenta durante l’uso del browser Safari (qui trovate la guida alle impostazioni di sicurezza e privacy) che si comporta in modo strano con arresti anomali o schermate che non si riescono a chiudere, dopo aver visitato siti pericolosi e infetti.
In molti casi invece si presenta una schermata di avviso simile a questa:

Antivirus Mac comparativa

Safari BanwormScopri come aggiornare Safari in sicurezza

Di solito non si tratta però di veri e propri virus, ma di quelli che in inglese vengono chiamati “scams”, cioè truffe, raggiri, in quanto prima allarmano l’utente su possibili infezioni e problemi, e poi chiedono di scaricare finte soluzioni spesso a pagamento per ripristinare il Mac, oppure di chiamare costosi numeri a pagamento che sarebbero – ma non sono – della Apple.
Una variante insomma dei pericolosi ricatti come questo, che richiedono denaro per sbloccare il computer, spesso dopo aver criptato il disco fisso.

Soluzioni

Se il messaggio è fasullo, e non abbiamo quindi preso nessun virus, procediamo così:

  1. possiamo forzare la chiusura di Safari se rimane bloccato, dal menu Apple.
  2. facciamo riavviare Safari tenendo premuto il tasto Shift (modalità Safe), se il messaggio riappare, disconnettiamo il Mac da Internet disabilitando il Wi-Fi.
  3. Cancelliamo il sito Internet dalla browser history e i dati di navigazione e non visitiamolo più!
  4. è possibile anche disabilitare le notificazioni pop dal menu Preferenze, o fare in modo che debbano chiedere il permesso dell’utente.

Se dopo aver fatto questi passaggi non risolviamo il problema, possiamo leggere queste note di supporto della Apple: https://support.apple.com/en-us/HT203987

Antivirus Mac comparativa

Resta come al solito consigliata l’installazione di un programma antivirus, tra i molti recensiti.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Safari: aggiornamento di sicurezza 9.02

Apple ha aggiornato il suo browser web Safari alla versione 9.0.2, disponibile per OS X 10.9.5 Mavericks, OS X Yosemite 10.10.5, e OS X El Capitan 10.11 e 10.11.1. Se non lo avete ancora fatto, è una buona idea installare immediatamente l’ultima versione di Safari, altrimenti potrebbe diventare una falla di sicurezza nel tuo sistema.

Antivirus Mac comparativa

Gli aggiornamenti software per Safari possono sembrare banali, ma la verità è che sono importanti per aiutare a proteggere contro le vulnerabilità conosciute.
Gli hacker infatti possono sfruttare le debolezze nel software e l’uso di malware per infettare i Mac nel tentativo di rubare dati o le tue informazioni private.
Gli aggiornamenti necessitano solo di pochi secondi per l’installazione e, come nel caso di Safari 9.0.2, di solito includono patch di sicurezza critiche.

Di seguito è riportato un elenco delle vulnerabilità patchate in Safari 9.0.2:

  • Visitando un sito Web pericoloso, potrebbe esserci l’esecuzione di codice arbitrario. Problemi di corruzione della memoria esistevano in WebKit.Tali questioni sono state affrontate mediante una migliore gestione della memoria.
  • CVE-2015-7050: visitare un sito Web pericoloso potrebbe rivelare la cronologia di navigazione di un utente. Esisteva un problema di convalida dell’input tramite il blocco dei contenuti.Questo problema è stato risolto tramite una migliore analisi delle estensioni.

Gli utenti Mac possono installare il browser Safari aggiornato scegliendo  il menu  Apple>  App Store …, o gli aggiornamenti possono essere ottenuti dal Mac App Store.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Antivirus Mac comparativa

Rimuovere l’adware wbredirect.com da Safari e altri browser

C’è un nuovo malware per Mac, che influenza la navigazione in Internet sui computer infetti, reindirizzando la navigazione web abituale alla pagina wbredirect.com.
Si tratta di uno dei tanti adware di cui abbiamo parlato nei mesi scorsi, se ne hai più di uno o non riesci ad eliminarli leggi la nostra guida per il riconoscimento e la rimozione automatica degli adware in generale.

Antivirus Mac comparativa

Questo succede quando lo script malware risiede all’interno di Safari o in altri browser come Google Chrome e Mozilla Firefox installati sul sistema.
Si tratta chiaramente di un programma adware che cerca di ingannare gli utenti che autorizzano questa intrusione senza rendersene conto.
I problemi arrivano di solito da s
oftware in bundle o pacchetti di installazione con programmi apparentemente freeware o shareware.

Impara come far aggiornare Safari in automatico!

Una volta che l’iniezione di malware si è installata, lo script nocivo comincia ad affliggere gli utenti Mac nel modo peggiore che si possa immaginare. Ogni volta che uno dei browser infetti viene utilizzato, con l’apertura di una nuova pagina o semplicemente cliccando su un punto a caso all’interno dei siti web, il malware reindirizza automaticamente la vittima su wbredirect.com, o anche a pagine di destinazione assolutamente diverse ma sempre di carattere commerciale.
Il titolo di tutte le pagine di questa rete è uniforme si chimano infatti “WebBrowser”.

Wbredirect.com rappresenta una categoria di adware che non è del tutto standard, non inserire gli annunci nelle pagine visitate, né dirotta e modificare le preferenze dei browser come le nuove schede e la ricerca.

Wbredirect.com rimozione manuale per Mac

Per cominciare, le impostazioni per il browser web che è stato colpito da wbredirect.com o da altri adware analoghi devono essere riportate ai valori di default.
La panoramica delle fasi di questa procedura è la seguente:

Antivirus Mac comparativa

1. Ripristino Safari

• Aprire il browser e andare al menu Safari.
Selezionare Ripristina Safari nell’elenco a discesa
• Assicurarsi che tutte le caselle siano selezionate sull’interfaccia e fare clic su Reset

Resrt Safari

2. Ripristino Google Chrome

• Aprire Chrome e fare clic sul personalizzare Google Chrome dal menu
• Selezionare Impostazioni e quindi impostazioni avanzate
• quindi fare clic su Ripristina impostazioni predefinite

Ripristino Chrome

3. Ripristino Mozilla Firefox

• Apri Firefox e selezionare Aiuto  Risoluzione dei problemi
• Nella pagina che si apre, fare clic sul tasto Ripristina Firefox

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Come aggiornare il plugin Flash player bloccato per sicurezza su Safari

Il team di sicurezza dei prodotti Apple ha emesso questa settimana un avviso di sicurezza, affermando che alcuni plugin obsoleti del Flash Player sono stati bloccati a causa di problemi di vulnerabilità.
La Apple ha aggiornato il meccanismo di blocco dei plugin nei browser Safari per disabilitare tutte le versioni di Flash Player precedenti alle 17.0.0.169 e 13.0.0.281.

Antivirus Mac comparativa

Questi aggiornamenti arrivano dopo che la Adobe ha rilasciato una dichiarazione all’inizio di aprile, affermando che la società è a conoscenza di un exploit per CVE-2015-3043 che potrebbe portare all’esecuzione di codice maligno.
Adobe ha affrontato la vulnerabilità del plugin Web di Flash Player con il rilascio di Adobe Flash Player 17.0.0.169, che raccomandiamo di installare.

Se il plugin Flash che si sta utilizzando è vecchio, si dovrebbe vedere un messaggio di avviso come “Flash è da aggiornare” o “il plugin è stato bloccato”, quando si tenta di visualizzare i contenuti di Flash in Safari.
Ciò significa che la versione del plugin che si sta utilizzando sul Mac non include i più recenti aggiornamenti di sicurezza e viene bloccata.

[cta id=’1597′]

Aggiornarnamento Flash player per Safari

1) Per continuare ad utilizzare Adobe Flash Player, è necessario scaricare un aggiornamento di Adobe, lo puoi trovare a questo indirizzo:
https://get2.adobe.com/flashplayer/
2) Fai click su installa avendo cura di non selezionare i pacchetti software e offerte opzionali aggiuntivi proposti:

flash_player_Mac_safari3) Al termine del download vai nella cartella Download sul Mac e fai doppio clic sul file appena scaricato.
4) Potrebbe aprirsi una finestra che avverte che il file è stato scaricato da Internet e potrebbe rappresentare un problema, ma noi siamo sicuri che il file sia legittimo e quindi fai clic su Apri.
5) Se appare la finestra di richiesta password inseriamola.6) Il programma chiederà di chiudere ogni software paerto in potenziale conflitto come Safari e Firefox

Se è necessario utilizzare una versione precedente di Flash Player, Apple consiglia di utilizzare la gestione plug-in di Internet in Safari per eseguire il plugin in modalità non sicura per i siti web di cui vi fidate.

Antivirus Mac comparativa

Se invece non sai come aggiornare Safari segui la nostra guida

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Torna a diffondersi l’adware Spigot con un falso installer Safari

Come individuare i falsi installer che chiedono l'aggiormanento di Safari e installano estensioni pubblicitarie

Antivirus Mac comparativa

Torna a disturbare gli utenti Mac l’adware Spigot, che si era diffuso nel 2013 attraverso alcuni programmi di installazione scaricati tramite il noto sito Download.com.
Poi per molto tempo, Spigot era rimasto nella stessa versione composto da sole cinque estensioni del browser: Searchme, Amazon Shopping Assistant, Ebay Shopping Assistant, Slick Saving, e raramente, Domain Error Assistant.
Recentemente sono state create nuove varianti.

Nel febbraio scorso è stato scoperto un falso installer di Adobe Flash Player che veicola l’installazione dell’adware Searchme che è diverso rispetto alle versioni precedenti.
Questo installer si comporta diversamente in base alla posizione geografica di chi lo installa: negli Stati Uniti ha installato Searchme, mentre per esempio in Francia ha installato Searchtab. 

falso-Safari-installer-adware

Se si controlla l’ultima installazione del portale di download Softonic, si scopre che attualmente installa l’estensione di Safari denominata jbsearch, ed esaminando il codice per questa estensione, risulta essere lo stesso di Searchme e Searchtab.

Le varianti precedenti di questo adware tendevano ad essere accompagnate da un’estensione per Firefox chiamata Set Search Settings. Questo ultimo installer Softonic installa questa estensione in Firefox esattamente nello stesso modo.

Antivirus Mac comparativa

Poi è capitato a diversi utenti di essere reindirizzati ad una pagina web che riportava che Safari non è aggiornato e spingeva a fare un download per aggiornarlo; il programma di installazione cerca di apparire come un installer Safari, ma è una imitazione piuttosto banale.

In esecuzione il programma di installazione, apparirà in una finestra imitando il programma di installazione della Apple dicendo che verrà installato Safari ma ciò non avviene.
Se si fa clic sul pulsante Continua, la seconda fase del processo richiede di accettare la modifica della home page di Yahoo e l’installazione di una estensione di Ricerca Assistita.

In realtà non ci sono prove che Yahoo sia coinvolto e questo potrebbe essere un abuso del loro programma che permette alle persone di creare la propria pagina di ricerca personalizzata e ottenere una parte delle entrate pubblicitarie generate attraverso quella pagina.

Il risultato finale è stata l’installazione di un altra nuova variante dell’adware chiamato “mtsearch.”

È interessante notare che, al termine, il programma di installazione apre Safari su una pagina sostenendo che sia Java che Flash sono richiesti dal programma di installazione.
Cliccando i due pulsanti si viene mandati ad un’altra pagina che vuole farci installare il programma “Media Player HD” che è richiesto di continuare l’installazione.
Facendo clic sul pulsante, si installa un lettore MPlayerX infettato da adware, che installa una variante di Downlite (VSearch) un altro adware!

Questo è un eccellente esempio del genere di truffe che esistono in questi giorni a danno degli utenti Mac che puntano molto a far aggironare in modo fraudolento varie applicazioni presenti sul Mac. In ogni caso, se qualche pagina web viene visualizzata con promesse o minacce inquietanti per invogliare a installare qualcosa, chiuderla immediatamente. Se qualcosa viene scaricato automaticamente, non installallatelo, ma piuttosto eliminatelo!

Se pensate di essere stati colpiti da problemi come questo, seguite la nostra guida alla rimozione Adware.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Le impostazioni di sicurezza in Safari, parte seconda

Dopo aver letto la prima parte della guida per le impostazioni di privacy e navigazione privata in Safari, passiamo ora ad analizzare la scheda Sicurezza, presente nelle Preferenze del browser.

Antivirus Mac comparativa

Le prime tre opzioni presenti sono solitamente abilitate di default e noi consigliamo di lasciarle così.
La riga che più ci può interessare, è l’ultima e riguarda i plugin Internet, anche questa è abilitata di default ma se togliamo il segno di spunta possiamo decidere direttamente di non farne attivare nessuno.

safari_impostazioni_sicurezzaQuesta però è una decisione un po’ troppo drastica, e di solitpo è meglio valutare caso per caso,  premiamo quindi su “Gestisci impostazioni siti web” e si aprirà una ulteriore finestra con  sulla sinistra l’elenco del plugin attivi ad esempio Adobe Flash, Quicktime, Silverlight, selezionandoli uno per uno compariranno sulla destra i siti Internet che attualmente li stanno utilizzando.
Sulla destra per ogni sito è possibile consentire o meno l’utilizzo del plugin in modo piuttosto dettagliato ecco le opzioni:

  • Chiedi – I contenuti non saranno bloccati a prescindere, ma al caricamento della pagina Safari chiederà il permesso di riprodurli
  • Blocca – I contenuti saranno bloccati per via predefinita, ma nulla impedirà comunque di riprodurli selezionando il singolo oggetto e premendo sulla piccola freccia in fondo al messaggio di blocco; un click sul pop-up “Autorizza” darà il nullaosta
  • Consenti – I contenuti saranno regolarmente riprodotti, a patto che Safari non rilevi la presenza di una versione datata del plugin; in tal caso, per sicurezza varrà il blocco
  • Consenti sempre – Come la precedente, con la variante che la riproduzione avviene pure in presenza di vecchie versioni del plugin
  • Esegui in modalità non sicura – Sconsigliata, in quanto sovrasta qualsiasi opzione di sicurezza di Safari che riduca nelle altre opzioni permissive il rischio di pericoli.

Utilizzi: a seconda del tipo di plugin le possibilità sono diverse, ma per quanto riguarda la navigazione ordinaria bloccare un plugin su singoli siti può essere utile per limitare pubblicità troppo fastidiose oppure non far partire plugin che consumano troppa memoria Ram soprattutto se abbiamo l’abitudine di aprire molte schede insieme.

 

 

Antivirus Mac comparativa

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Le impostazioni di navigazione, privacy e sicurezza in Safari

Safari è il più utilizzato browser per Mac, anche perchè la Apple lo ha inserito di default nei propri sistemi operativi a partire dal 2007.

Antivirus Mac comparativa

Safari ha subito una revisione completa con l’andare del tempo, ed è diventato molto più usabile anche per non farsi battere dall’agguerrita concorrenza di Chrome e Firefox.In questa guida dettagliata in profondità punteremo lo sguarso soprattutto sulle funzioni che possono farci fare una navigazione su Internet più sicura.
La navigazione privata era una seccatura da utilizzare nelle versioni precedenti di iOS, mentre altri browser di terze parti, tra cui Google Chrome, hanno reso molto più facile da usare la navigazione privata. La Apple sembra aver imparato da questo errore e ora ha incluso impostazioni di navigazione private direttamente nella versione iOS 7 di Safari.
La modalità di navigazione privata può avere molti usi. Il motivo principale per utilizzare questa modalità è quando si hanno dei problemi che fanno utilizzo dei cookies.
In Safari è necessario fare clic sulla barra dei menu Safari e selezionare l’opzione Private Browsing, può darsi che vi verrà richiesto di chiudere tutte le schede, ma almeno in questo modo si può attivare o disattivare rapidamente la modalità privata senza dover uscire dall’app.
Per differenziare tra navigazione normale e privata, Apple ha adottato un sistema di interfaccia utente più scura per identificarla.

Per maggiore comodità si può creare una scorciatoia da tastiera:

Per creare una nuova scelta rapida da tastiera, aprire Preferenze di Sistema e fare clic su Tastiera > Scorciatoie. Una volta lì, fare clic su App Tasti di scelta rapida nel riquadro di sinistra, quindi fare clic sul segno ‘+’ in basso per aggiungere una nuova applicazione alla tua lista di scorciatoie personalizzate.
Ma a cosa serve la navigazione privata?
Le informazioni come i cookie, la cronologia delle esplorazioni, i dati immessi su moduli, i nome dei file scaricati non sono soggetti a registrazione durante la sessione e sono eliminati automaticamente in uscita da Safari.
Precisazione importante: non considerate queste modalità come “sicura” perchè gli Internet provider e i siti stessi possono comunque sempre sapere il vostro indirizzo IP e quindi risalire a voi.
Privacy 
Andiamo ora a dare uno sguardo alle impostazioni che si raggiungono tramite il menu preferenze.
Innanzitutto scegliendo la scheda Sicurezza è possibile vedere ed elimiare i cookie che i siti Internet che abbiamo visitato ci hanno gentilmente mandato per tenere traccia della nostra navigazione. Possiamo anche scegliere quali eliminare selezionandoli e cliccando poi sul pulsante Rimuovi.

Per togliere tutti i cookie di un sito specifico, dobbiamo cliccare su “Mostra cookie” nella scheda “Privacy” e scrivere il nome del sito rimuovere nel campo di ricerca in alto a destra. Per eliminare invece tutti i cookie in un colpo solo, dobbiamo fare clic su “Mostra cookie” nella scheda “Privacy” e poi sul pulsante “Rimuovi tutto” per eliminare tutti i cookie.

Safari_Schermata_privacyBloccare i Cookie
Safari offre tre possibilità diverse per gestire i cookie:

Antivirus Mac comparativa

  • I cookie sono sempre accettati
  • I cookie non sono mai accettati e quindi sono sempre bloccati (potrebbe inibire la navigazione in alcuni siti)
  • I cookie sono accettati solo se provengono dai siti visitati dall’utente. in questo modo i cookie (spesso di natura pubblicitaria) in arrivo da terze parti sono sempre bloccati. è l’opzione che noi consigliamo.

Tieni presente che tutti i cookie che sono già presenti nel browser prima di cambiare queste impostazioni rimangono attivi.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

“Il tuo Mac è infetto” il browser è bloccato, ecco come risolvere il problema

Un numero crescente di utenti Mac sta riscontrando problemi con il proprio browser sia Safari che Chrome. In particolare, viene visualizzata una finestra di avviso che dice che il loro Mac potrebbe essere stato dirottato o che vi sia un’attività “sospetta” o che il proprio Mac è stato infettato da un virus.

Antivirus Mac comparativa

Potresti vedere un messaggio popup simile a questo:

Questo è un messaggio di truffa. Safari o Chrome sembreranno non rispondere e non sarai in grado di chiudere il popup.

Questo è solo un pop-up JavaScript, mantieni la calma, non ti preoccupare, questo non è un vero virus e non sei stato infettato da malware. Questo messaggio è stato progettato per spaventare e ingannare gli utenti Mac.

Ovviamente non chiamare il numero sul messaggio, non fare clic sul pulsante “OK”. Se chiami il numero, chiunque risponderà al telefono ti chiederà di accedere al tuo Mac in remoto. Oppure ti chiederanno di pagare tra 100 e 500 dollari, non farlo! Stanno solo cercando di rubare i tuoi soldi.

Antivirus Mac comparativa

Se invece Safari è bloccato per altre ragioni leggi la nostra guida per risolvere il problema.

Ecco come risolvere i messaggi di phishing:

Seguire i seguenti passaggi:

  • Forza la chiusura Safari premendo Command-Option-Esc.
  • Appare la finestra Force Quit
  • Seleziona Safari
  • Quindi fare clic su Force Quit
  • Ora è necessario riavviare Safari. Ma se si avvia Safari normalmente, è possibile che venga visualizzato di nuovo il fastidioso popup.
  • Ora, mentre si preme il tasto Maiusc, avviare Safari. Questo è un passo importante. Questo farà si che il browser si avvii senza ricaricare le sessioni precedentemente aperte.Se sta ancora riscontrando questo problema:
  • Forza chiude Safari
  • Riavvia Safari tenendo premuto il tasto Maiusc
  • Spegni Wi-Fi. Basta fare clic sull’icona wireless nell’angolo in alto a sinistra e scegliere Turn Wi-Fi Off
  • Visita un sito web, ad esempio apple.com
  • Ora connettiti a Internet attivando Wi-Fi.
  • Nota: Puoi anche voler cancellare la cronologia del browser. Scegli Cronologia> Cancella cronologia.

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

Mac lento? guida completa per velocizzarlo

Ti sei accorto che il Mac sta diventando troppo lento? se da un lato è normale che con l’utilizzo le prestazioni decadono, ecco alcuni suggerimenti sulle prestazioni e consigli software per accelerare un Mac o MacBook e farlo funzionare più velocemente.

Antivirus Mac comparativa

Se hai comprato il tuo Mac da alcuni anni e trovi che sia lento,  potresti guardare con ansia il sito web della Apple cercando di giustificare la spesa per l’acquisto di un nuovo Mac.
Ma per fortuna si può far guadagnare velocità all’attuale computer, in questa guida raccogliamo alcuni suggerimenti  per migliorare le prestazioni del tuo Mac attuale.

Ecco alcune motivazioni dietro la lentezza del Mac, vediamo le principali:

  • Il disco rigido potrebbe essere quasi pieno.
  • Potresti eseguire una vecchia versione del sistema operativo OS X che non è progettata per funzionare con alcune delle applicazioni nuove che utilizzi.
  • Alcuni dei processi che si caricano all’avvio del Mac potrebbero avere dei problemi o essere troppo pesanti.
  • Potresti stare cercando di eseguire troppi programmi contemporaneamente, intasando la memoria.
  • Potresti non aver chiuso correttamente il computer alla fine della giornata, per cui alcune applicazioni potrebbero essere state in esecuzione in background per settimane.
  • Potresti semplicemente avere un modello troppo vecchio, se ha più di 5/6 anni è normale che non sia più all’avanguardia.

Spendere un po ‘di tempo per ripulire il sistema operativo e fare qualche pulizia di base, aiuterà il tuo Mac a recuperare piena velocità. Un altro modo per accelerare il tuo Mac è quello di diventare un esperto nell’utilizzo delle preferenze di sistema e di altre funzionalità – in modo da poter rendere le cose persino più veloci.

Per migliorare la situazione ci sono due strade, quella automatica via software oppure quella manuale.

Migliorare la velocità con un software

Prima di provare  manuali di seguito, consigliamo di provare di un software per il miglioramento globale delle prestazioni e la pulizia, ne abbiamo recensiti diversi o migliori sono:

  1. CleanMyMac
  2. MacBooster

Il vantaggio è di poter fare tutti i controlli e la pulizia in pochi minuti rispetto al tempo necessario per analizzare la situazione a mano.

Antivirus Mac comparativa

Il percorso manuale

  1. Chiudere le applicazioni inutili.
    Può sembrare ovvio, ma la cosa migliore per iniziare è chiudere tutti i programmi in esecuzione inutilizzati in background. Il tuo Mac potrebbe dedicare spazio alla memoria e alla CPU a un programma che non hai usato fin dalla scorsa settimana, piuttosto che alle applicazioni desiderate. Un modo rapido per vedere quali applicazioni sono in esecuzione è guardare al Dock in fondo allo schermo. I programmi in esecuzione avranno un punto nero sotto (se non si riesce a vedere questo punto, aprire Preferenze di Sistema e fare clic su Dock e accertarsi che ci sia un segno di spunta accanto a “Mostra luci di indicazione per applicazioni aperte).

In alternativa, è possibile premere Comando-Tab per richiamare l’opzione App Switcher e passare in tabulazione per visualizzare le applicazioni aperte (tenere premuto il tasto Cmd e la scheda in avanti).

Ci sono alcuni modi per arrestare queste applicazioni. Fare clic con il pulsante destro del mouse (o Ctrl-click) sull’icona del Dock e scegliere Esci o se si utilizza il pulsante App-switch, premere Cmd-Q per chiudere i programmi non utilizzati.

Se hai identificato un programma particolare come un problema e non hai bisogno di usarlo, leggi: Come disinstallare un’applicazione software su Mac.

2.Utilizza Activity Monitor per identificare problemi di memoria

Alcune applicazioni sono più affamate di memoria di altre, e consumano molte risorse di sistema. Se vuoi vedere quali applicazioni utilizzano le risorse di sistema, apri il monitor di attività nella cartella Utility.

Activity Monitor mostra tutti i processi sul tuo Mac (alcuni dei quali non è possibile o non si dovrebbero chiudere), quindi fare clic su Visualizza> Processi prima di fare qualsiasi cosa.

Ora clicca sul pulsante CPU e sulla colonna “% CPU” per ordinare tutti i programmi per la quantità di processore che utilizzano. Se vedi che un’app in particolare sta usando un sacco di potenza della CPU, puoi chiuderla da qui selezionando l’applicazione con il mouse e facendo clic sull’icona x nell’angolo sinistro del monitor di attività.

Prendi nota delle applicazioni più esigenti, potrebbe essere un problema e magari aggiornandole le renderebbe più efficienti.

3. Aprire il pannello delle preferenze

Apri le preferenze di sistema e controlla la riga nella parte inferiore, qui è dove gli elementi personalizzati vengono aggiunti alle Preferenze di Sistema. Se non li utilizzi, bruci inutilmente la capacità del tuo processore e rallenti le altre operazioni. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un elemento e scegliere Rimuovi dal riquadro delle preferenze.

4. Bloccare i programmi che partono all’avvio

Apri Preferenze di Sistema e fai clic su Utenti e Gruppi, ora clicca sulla scheda Elementi di Login per visualizzare i programmi ei servizi che vengono lanciati all’avvio del Mac.
Potresti scoprire che l’avvio lento è dovuto in parte alle troppe applicazioni che si caricano all’vvio! Analizzale e pensa, ne ho davvero sempre bisogno???
Evidenzia un elemento nell’elenco che non vuoi si carichi e fai clic sul pulsante Elimina da elementi di accesso (-) nella parte inferiore dell’elenco.

5. Controlla quanto spazio è libero sul disco fisso

Una parte delle prestazioni del tuo Mac dipende dallo spazio vuoto ancora presente sull’hard disk, perchè OS X deve essere in grado di scrivere e leggere i file di swap.
Questo porta al problema di deframmentare il disco.
La deframmentazione di un Mac non è necessaria perché MacOS ha le proprie protezioni incorporate che impediscono ai file di diventare frammentati e questo è probabilmente il motivo per cui non esiste un’opzione di defrag in Disk Utility.

Se vuoi che il tuo Mac lavori al meglio è necessario che disponga di almeno il 10% del tuo spazio di archiviazione libero, se non lo è, devi trovare e cancellare alcuni dei tuoi file più grandi.

Il disco rigido ospita una serie di file e cartelle grandi, che includono i file e-mail e i backup, le vecchie versioni di applicazioni che non hai più bisogno e le foto. Se carichi frequentemente le foto sul tuo Mac e scarica musica, potresti scoprire che riempiono rapidamente lo spazio.

Ci sono alcuni modi per scoprire quanto spazio hai a disposizione. Un modo è aprire il menu Apple facendo clic sul logo Apple nella parte superiore sinistra dello schermo e quindi fare clic su Informazioni su questo Mac.

Scegliere l’archiviazione dalle schede e calcolerà quanta quantità di memoria è in uso e mostrerà anche cosa utilizza.

Nelle versioni più recenti di Mac OS è possibile fare clic su Gestisci per ottenere opzioni per ottimizzare la memorizzazione o memorizzare foto e video in iCloud piuttosto che sul tuo Mac.

Come fare spazio cancellando i file

Un modo rapido per recuperare un sacco di spazio in fretta è quello di aprire il Finder e scegliere Tutti i miei file, quindi scegliere di ordinare per data o dimensione. Scegli la dimensione e poi elimina selettivamente i file più grandi che non ti servono più.
Scegli la data per eliminare selettivamente i file vecchi.

Se la finestra del Finder non visualizza le dimensioni, vai a Visualizza> Mostra opzioni di visualizzazione e scegli Dimensione.

6. Cancellare applicazioni inutili

Spesso è una buona idea iniziare a rimuovere app che non utilizzi veramente, puoi semplicemente trascinare le applicazioni nel cestino. Potresti anche trovare un sacco di app iOS che si nascondono nella tua libreria di iTunes se hai collegato il tuo iPhone al Mac e alcuni di queste possono essere abbastanza pesanti.

È inoltre possibile rimuovere tutti i widget che non si utilizzano dal Dashboard. Il cruscotto non è disponibile in Sierra ma i widget sono ancora presenti nel Centro di notifica. Nelle versioni successive di Mac OS è possibile fare clic sull’icona Rimuovi (-) nella parte inferiore sinistra del Dashboard (in Controllo Missione) e toccare le icone Rimuovi (‘X’) su tutti i widget che non utilizzate regolarmente .

In alternativa, apri il Centro di notifica facendo clic sull’icona della lista delle proietture in alto a destra dello schermo e rimuovi tutti i widget dalla vista Oggi.
Per farlo, fai clic su Modifica nella parte inferiore dello schermo e fai clic sull’icona rossa -.

7. Pulire la cache

I Mac utilizzano un gran numero di piccoli file conservati sul disco rigido, tra quelli più utilizzati, in quanto tali, possono aumentare le prestazioni del vostro Mac. Alcuni sono controllati dal sistema, altre da singole applicazioni, ad esempio, un browser web fa la cache delle pagine web in modo che quando uun sito web vienerivisto, le pagine possono essere lette dal disco rigido piuttosto che ricaricate.

Il problema è che non tutte le applicazioni si comportano bene in questo settore. Dai un’occhiata alle cache premendo Command + Shift + G dal desktop per aprire Go To Folder e digitando ~ / Library / Caches /.

Non sorprenderti se troverei molti file anche di grandi dimensioni, è possibile eliminarli in modo sicuro, in particolare per applicazioni che non vengono più utilizzate. Safari, Firefox e iTunes consentono di eliminare le cache direttamente all’interno delle app.

8. Riavviare regolarmente

Quando si finisce di usare il Ma c occorre Chiudere il sistema o si può lasciarlo in modalità sleep? Il vecchio ragionamento di lasciare il computer acceso quanto più possibile era basato sull’usura dovuta al riavvio del disco rigido, e alla lentenzza del riavvio.
Il vantaggio principale della modalità sleep è di poter continuare dove si è spento rapidamente. Ma gli svantaggi possono superare questo.

Il Mac OS utilizza file di swap, spazi sul disco rigido che consentono al Mac di fingere di avere più RAM di quanto effettivamente sia, per la memoria virtuale. Una volta che il numero di file di scambio supera cinque o più, il Mac inizia a rallentare. Quindi è il momento di riavviare il computer.

Se lasci il tuo Mac in esecuzione notturna significa che le cache non vengono scaricate e le applicazioni che occupano la RAM non sono terminate. Riavviare il Mac rimuove le cache e disattiva le applicazioni. Il risultato è un Mac che viene aggiornato e dovrebbe funzionare meglio.

La scelta drastica reinstallare OS X

Se hai provato tutti i precedenti consigli, o ancora meglio hai usato un programma per migliorare la situazinoe ma non sei soddisfatto, non resta che reinstallare il sistema operativo.

Non è un lavoro da intraprendere con leggerezza, sarà eliminata l’intera unità di avvio, ma verranno cancellati tutti i file che sono stati raccolti nella Libreria di sistema e nelle librerie di utenti e che potrebbero causare il funzionamento del Mac in modo lento.
Ricordati di fare almeno un backup dei dati importanti, prima di iniziare in modo da poter copiare documenti, immagini, musica e tutto il resto dopo aver installato il nuovo sistema operativo.

Migliorare le prestazioni cambiando l’hardware

Finora abbiamo parlato di rimedi software per riportare le prestazioni al top, ma naturalmente è possibile fare degli upgrade per migliorare la situazioni, i più comuni sono:

  1. Aumentare la memoria RAM del computer.
    Il modo più semplice per vedere quanta se ne ha, è attivare l’Activity Monitor (è in applicazioni / utilità), fare clic sulla scheda Memoria e tenere d’occhio la memoria nella parte inferiore della finestra. Se è verde, probabilmente non avrai una grande differenza migliorando. Se diventa regolarmente rossa, può valere la spesa. Quanta RAM aggiungere dipende dal tuo Mac, e significa spesso rimuovere i moduli esistenti e sostituirli.
    È una buona idea acquistare tutta la RAM che si inserisce contemporaneamente dallo stesso produttore, e si dovrebbe associare moduli RAM della stessa capacità, se possibile.Purtroppo molti Mac moderni non possono essere aggiornati dall’utente.
  2. Installare un hard disk SSD.
    I nuovi hard drive allo stato solidi garantiscono un notevole boost prestazionale, riducendo di molto i tempi di avvio del Ma e il caricamento di qualsiasi programma!
    L’unica controindicazione è il costo – che sta scendendo – ma rimane decisamente superiore ai normali hard disk.
    Il consiglio può essere di installare un SSD e allo stesso tempo usare un hard disk esterno se si hanno molti dati.

 

 

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper

AdwareMedic diventa MalwareBytes

AdwareMedic è stato per lungo tempo un punto di riferimento importante per tutta la comunità Mac, realizzato per aiutare gli utenti a disinstallare gli i programmi non voluti come i pubblicitari adware e gli altri software difficili da eliminare da soli.

Antivirus Mac comparativa

Da alcuni mesi il progetto non è più attivo, ed è confluito in un altro software molto valido e noto: MalwareBytes Mac, che è progettato anche per cercare ed eliminare potenziali malware.

Tra i fastidi più frequenti per la navigazione Internet con un Safari o altri browser, gli adware pubblicitari, i PUP (programmi non richiesti) e le estensioni farlocche che reindirizzano la navigazioni su siti potenzialmente pericolosi sono ai primi posti.

Prova Mackeeper l’antivirus pensato per il Mac, scarica la versione di prova o acquistalo sul sito del produttore.

Download MacKeeper Download MacKeeper